0 0
Pizza Sorbillo fatta con il bimby

Condividi sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

425g Acqua
2g Lievito di Birra
1 cucchiaino zucchero
640g farina Tipo:0
15g Sale

Pizza Sorbillo fatta con il bimby

  • 20
  • Medium

Ingredienti

Istruzioni

Condividi

Quando si parla di Napoli e più precisamente della pizza, è impossibile non pensare a Sorbillo.

La pizza di Gino Sorbillo è una delle più famose del capoluogo campano per la sua bontà inestimabile. 

Gran parte del suo successo vien dato certamente dall’impasto. Quest’ultimo infatti, risulta essere sottile ma allo stesso tempo soffice e leggero e conquista davvero tutti.

Ma qual è la storia della pizza di Sorbillo? Scopriamo di più!

Pizza Sorbillo origini

Stando ai racconti presenti sui siti web, Gino Sorbillo (ossia il creatore dell’omonima pizzeria) è originario di una delle famiglie di pizzaioli più antiche di Napoli

Nel lontano 1935, i suoi nonni, Luigi Sorbillo e Carolina Esposito, decisero di aprire una pizzeria su Via dei Tribunali (nota comunemente come la via della pizza napoletana).

Gino, frequentò sin da piccolo questo ambiente e si appassionò molto all’arte della pizza. Così, decise di scoprire tutti i segreti legati alla sua preparazione. 

Come molti di voi già sanno, la pizza napoletana è diversa da quelle che di solito troviamo un po’ ovunque e proprio per tale motivo viene considerata speciale. 

Sorbillo pensò alla realizzazione di una pizza che riprende pienamente le regole della tradizione ma con un tocco di originalità, ossia più grande e alla portata di ogni ceto sociale.

Tuttavia, il suo talento non passò di certo indifferente. Di conseguenza, Gino riuscì ad introdurre un nuovo modello di pizza a Napoli: maggiormente estesa ed ancora più buona. Questo suo atteggiamento ha decisamente portato a dei cambiamenti nel mondo della pizza napoletana ma non ne ha di certo sconvolto i canoni.

Ad oggi, Sorbillo è riuscito ad affermarsi a livello nazionale ed internazionale, aprendo insieme a suo fratello i seguenti locali: Lievito Madre al Mare, Lievito Madre al Duomo, Antica Pizza Fritta da Zia Esterina Sorbillo (quest’ultimo presente sia a Napoli che a Milano).

Insomma, chi si trova a Napoli di passaggio, per lavoro o per piacere, deve assolutamente provare la pizza di Sorbillo… è pura goduria!

 

 

 

(Visited 7.363 times, 2 visits today)

Steps

1
Fatto

Per l'impasto

1. Mettere nel boccale l'acqua, il lievito e zucchero 3 minuti 37 gradi vel 2.Poi la farina e il sale: 3 min. vel. Spiga.

2
Fatto

2. L'impasto risulterà molliccio ed appiccicoso, è dovuto alla quantità di acqua superiore al normale, non è necessario aggiungere altra farina in questa fase.

3
Fatto

3. Tirate fuori l'impasto aiutandovi con la spatola e mettete in una ciotola capiente anch'essa infarinata e lasciare lievitare per circa 8 ore (fino al raddoppio) coperta con pellicola.

4
Fatto

4. Riprendere l'impasto e formare 4 panetti e lasciarli lievitare per un'altra ora sulla teglia coperti con pellicola

5
Fatto

5. Stendere i panetti (preferibilmente con le mani) se necessario aiutandosi con altra farina.

6
Fatto

Per cuocere in padella e poi in forno

1. Scaldare una padella antiaderente mettere sopra la pizza,stesa sul piano di lavoro e condirla subito,cuocere per circa 3/4minuti.

7
Fatto

2. Trasferire in una teglia rotonda bassa da forno e continuare a cuocere in forno con grill nella grata più alta a 250° per circa 3/4minuti finché non è leggermente dorata

precedente
Rigoli come quelli del mulino bianco fatti con il bimby
prossimo
Riso, patate e cozze : la ricetta della tiella pugliese
precedente
Rigoli come quelli del mulino bianco fatti con il bimby
prossimo
Riso, patate e cozze : la ricetta della tiella pugliese

Commenta