• Home
  • Notizie
  • Come pulire e decalcificare la macchinetta del caffè

Come pulire e decalcificare la macchinetta del caffè

Che mondo sarebbe senza caffè?

Tantissime persone lo bevono a colazione, secondo numerose varianti. C’è chi lo consuma al bar ma anche chi lo prepara a casa, con la moka o l’apposita macchinetta del caffè.

Tuttavia, quest’ultima risulta spesso al centro di alcuni dibattiti, inerenti all’aspetto manutenzione. Infatti, se da una parte ci consente di preparare la bevanda nel giro di pochi secondi, dall’altra richiede molta cura. Di conseguenza, è fondamentale pulire la macchinetta del caffè in maniera periodica, seguendo alcuni accorgimenti.

Non si tratta affatto di una procedura da sottovalutare, in quanto l’utilizzo di sostanze non idonee potrebbe rovinare la struttura o addirittura il suo funzionamento.

Ma non è tutto. Ignorare l’importanza della pulizia significherebbe aumentare i residui, le incrostazioni e il calcare. Senza contare l’insorgenza di batteri, i quali potrebbero rivelarsi davvero molto dannosi per la nostra salute.

Proprio per tale motivo, oggi vi offriamo alcuni consigli per una corretta manutenzione.

Ovviamente, non si tratta di trucchi universali, poiché al giorno d’oggi esistono tantissimi tipi di macchinetta del caffè. Ciò significa che innanzitutto dovrete individuare nel dettaglio le sue caratteristiche tecniche, per poi seguire una serie di accorgimenti. Scopriamone di più!

Come pulire la macchinetta del caffè

Per prima cosa, è importante definire la tipologia di macchinetta, se in cialde o capsule (o entrambe).

Ma per avere maggiore chiarezza sulle sue funzionalità, cercate su google il nome del modello. Quasi sempre troverete varie recensioni di clienti che hanno acquistato il prodotto, o comunque le descrizioni dettagliate. In alternativa, prendete lo scatolo in cui era imballata e troverete il manuale di istruzioni, completo di indicazioni su come accendere, spegnere e smontare la macchina del caffè.

Una volta accertate le varie caratteristiche, possiamo passare alla pulizia vera e propria. Come vi abbiamo detto in precedenza, i consigli che vi diamo sono abbastanza generici e riguardano la maggior parte degli elettrodomestici, ma non tutti. Pertanto, informatevi bene prima di procedere.

Acqua e aceto

Il metodo più comune per pulire la macchina del caffè è senza ombra di dubbio quello a base di acqua e aceto.

A tal proposito, vi consigliamo di tirare fuori l’apposita vaschetta dell’acqua e riempirla con essa stessa più l’aceto. Ora accendete il dispositivo, proprio come se stesse preparando un caffè normalmente.

Dopo alcuni secondi, noterete la fuoriuscita di un liquido giallognolo, più scuro di quello messo in precedenza. Il motivo risiede nel fatto che grazie al mix, sarete riusciti ad eliminare una serie di incrostazioni. Chiaramente, per far sì che tale processo risulti efficace, dovete ripetere l’operazione più volte, fin quando il liquido non risulterà limpido.

Per quanto riguarda la periodicità di manutenzione, solitamente si consiglia di effettuarla ogni venti giorni circa. Anche se in realtà, molto dipende dall’utilizzo che ne fate.

Di conseguenza, se usate quotidianamente la macchinetta del caffè (anche più volte al giorno), potreste pulirla ogni due settimane. Se invece non siete assidui nel bere il caffè dalla macchinetta, allora una volta al mese va più che bene.

Come decalcificare la macchinetta del caffè

Per eliminare il calcare dalla macchinetta del caffè, il mix acqua e aceto è davvero fenomenale.

La ragione principale è che si sta parlando di un rimedio naturale. Ciò significa che non ha alcun tipo di controindicazione per l’elettrodomestico ma anche per la vostra salute.

E’ davvero incredibile come una soluzione simile sia in grado di sciogliere diversi tipi di incrostazioni (anche per quanto riguarda altri elettrodomestici come lavatrice, lavastoviglie, forno e così via). Allo stesso tempo, ci si chiede: esiste una valida alternativa?

Sì, ma meno naturale. Stiamo parlando dell’acido citrico, il quale ha lo stesso potere sgrassante (se non maggiore), soltanto che presenta alcune pecche, ossia la scarsa reperibilità e alcune controindicazioni. Queste ultime hanno a che fare con l’alto potere irritante, specialmente a livello cutaneo.

Pertanto, se possibile, evitate o quanto meno utilizzatelo a piccole dosi (date uno sguardo alle recensioni web per maggiori info).

Ulteriori consigli

Se invece foste interessati alla pulizia esterna della macchinetta del caffè, sappiate che esistono tanti metodi.

Tra i più gettonati troviamo gli sgrassatori universali, l’acqua e dei prodotti non invasivi.

Eliminare tutti i residui dalla macchinetta del caffè è davvero importante. In particolar modo se dovesse trattarsi di latte o cioccolata, poiché aumentano i rischi di batteri. Calcolate che a differenza di tanti altri elettrodomestici, qui si sta parlando di componenti che contengono liquidi da ingerire.

Pertanto, è bene prestare molta attenzione.

Infine (e non per ordine di importanza), l’ultima raccomandazione che vi diamo è quella di fare la pulizia con la macchinetta spenta. Mai lavare componenti quando l’elettrodomestico è acceso o comunque con la presa attaccata alla corrente.

Non sottovalutate mai questi rischi. Questo perché potreste provocare dei danni non soltanto alla macchina del caffè ma anche a voi stessi o a chi vi circonda. La sicurezza prima di tutto.

linda

Commenta