Bambini: Colazione smart , sana ed intelligente

Focus la colazione: Non ce la possiamo prendere solo con l’industria alimentare, perchè a volte i genitori sono complici, e anche quando il nutrizionista tenta di modificare la colazione, variandola per dare meno zuccheri, viene scartata e si torna al latte e biscotti e latte e cereali, ma quelli belli carichi di sciroppo di glucosio-fruttosio. La scelta si può fare e i genitori giocano un ruolo chiave nell’insegnare a mangiare bene, ma sopratutto a mangiare per la salute.

Di sotto vi proponiamo una sana , gustosa e nutriente colazione per i vostri bambini. I consigli sono della dottoressa pediatra Carla Tomasini.

COLAZIONE SMART IN 2 PASSI 

L’unico yogurt da dare ai vostri bambini è lo yogurt NON zuccherato: yogurt bianco naturale.
Tra gli ingredienti non deve comparire lo zucchero, né altri dolcificanti industriali.

Gli yogurt alla frutta sono yogurt zuccherati (il 99% delle volte) anche se portano la dicitura “bio” oppure “naturale”. 

Per rendere uno yogurt più appetibile basta aggiungere frutta e qualora manchi il tempo, come nel mio caso, anche frutta essiccata. Con una manciata potete dolcificare un vasetto di yogurt. Perché la frutta essiccata lasci il suo sapore naturalmente zuccherino basta metterla nello yogurt un po’ prima, io lo faccio la sera prima. Qui ho usato mirtilli essiccati.

Un altro ingrediente intelligente da aggiungere allo yogurt sono i semi di chia. Io ne metto 3 cucchiaini. Sono una ottima fonte di grassi buoni, in particolare i preziosi omega3, importanti proprio per lo sviluppo cognitivo dei bambini.

In 2 semplici passi, in meno di 1 minuto, a un prezzo uguale, ecco una colazione senza nemici (zuccheri aggiunti) e con molti amici (frutta, fibre, vitamine, omega3…).

Bambini che non fanno colazione

BAMBINI CHE NON FANNO COLAZIONE

Ecco il cruccio di molti genitori. 

Facciamo chiarezza e distinguiamo in base alla età tra bambini allattati e ormai slattati.

I bambini allattati al seno a richiesta mantengono a lungo l’abitudine di poppare a fine nottata e questa è la loro vera colazione. Non è necessario preoccuparsi perché facciano una vera e propria colazione.
Per una questione educativa si possono far sedere a tavola con i genitori e possono “spizzicare” qualcosa, ma difficilmente hanno fame. Il latte materno è nutriente, ripetiamolo ancora una volta, anche a 12 mesi e anche a 24 mesi. Avevate dubbi?
Più tardi questi bimbi possono fare uno spuntino di metà mattina oppure assumere altro latte materno a seconda dell’età.

 I bambini allattati con formula fanno di solito una poppata appena svegli e non c’è alcuna fretta di sostituirla con altro, né di mettere alcunché dentro il biberon che non sia latte formulato.
No biscotti, no latte vaccino, no succhi di frutta, no camomille zuccherate…
Invece come per i bambini allattati al seno si può offrire qualcosa in più oltre al biberon, come assaggio.
Non c’è fretta come per i bimbi allattati al seno. Il latte formulato è nutriente, perché insistere per sostituirlo al più presto con latte vaccino (che non è equilibrato quanto il formulato) o con bevande vegetali (che non sono altrettanto caloriche).

 Quindi ben vengano il seno o il latte formulato finché il bimbo lo desidera a colazione, permettendo IN PIÙ di assaggiare fin dai 6 mesi qualcosa dalla colazione dei genitori.
In questo caso sono accettabili piccole quantità di latte vaccino o bevande vegetali per i vegani, ma considerandoli IN PIÙ e NON IN SOSTITUZIONE.
Senza zuccheri aggiunti ovviamente!

Pian piano saranno i bambini stessi a mostrarvi che preferiscono sempre di più una colazione solida rispetto a una poppata/un biberon. Possono arrivare a preferire il latte materno/formulato anche fino ai 2 anni.
DIPENDE da ogni bambino, quindi non preoccupatevi se a voi è successo prima o dopo.

Studio medico pediatrico.
Per appuntamenti:
tel. segretaria 3347765413
email pediatracarla@hotmail.com
Consulenze online: Skype: carla.tomasini

(Visited 4 times, 1 visits today)

piattifacili.com

Commenta