Casciatelli molisani

In Molise non esiste Pasqua senza i casciatelli sulla tavola. Si tratta di un piatto tipico di questa regione realizzato solitamente nel periodo pasquale. Sono dei golosi fagottni di pasta farciti con formaggio e uova. Possono essere serviti come antipasto o come secondo. Sono molto semplici e veloci da preparare.

Preparazione
Disponete la farina nella classica forma a fontana, fate un buco al centro e mettete un pizzico di sale, un filo d’olio e mezzo bicchiere d’acqua. Con le mani iniziate a impastare fino a quando otterrete un composto omogeneo ed elastico. Sistematelo in un recipiente, copritelo con della pellicola trasparente e lasciatelo lievitare per un’ora.
Nel frattempo, sbattete l’uovo e aggiungete i formaggi. Mescolate bene e poi mettete in frigorifero a riposare.Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, riprendete l’impasto e stendetelo con un mattarello infarinato. La pasta non deve essere eccessivamente fine.
Ricavate dei dischi e al centro di ciascuno mettete un cucchiaio di ripieno di formaggio e uova. Ripiegate i dischetti in modo da formare tante mezzelune, sigillate bene i bordi facendo pressione con le dita e spennellate la superficie con il tuorno d’uovo sbattuto. Fate anche dei piccoli fori.
Foderate una teglia con della carta da forno, adagiate i casciatelli a una certa distanza l’uno dall’altro e infornate a 180 gradi per 40 minuti (forno già caldo). Servite tiepidi o freddi.

Ingredienti
300 g di farina
300 g di parmigiano grattugiato
150 g di pecorino grattugiato
2 uova
olio extavergine d’oliva
sale
pepe

Casciatelli In Molise e Abruzzo

I casciatelli sono uno dei prodotti tradizionali delle regioni Abruzzo e Molise.

Solitamente, si preparano durante il periodo pasquale, in particolar modo nei giorni della Settimana Santa. Dal punto di vista estetico, sono una specie di fagottini di pasta e si possono farcire in tantissimi modi.

Tuttavia, la variante più diffusa è quella con il ripieno di uova e formaggio (va bene sia il parmigiano che il pecorino oppure la caciotta abruzzese). La loro ricetta è abbastanza semplice e ciò che rende i casciatelli davvero unici e speciali è la loro consistenza.

Apparentemente, molti di voi penseranno che siano molto simili ai classici ravioli di pasta fresca: in realtà, grazie alla spennellata d’uovo si crea una leggera crosticina croccante (quasi come se fossero dei rustici di pasta sfoglia) senza alterare però il ripieno, che rimane comunque soffice e cremoso.

Casciatelli tipologie

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, i casciatelli si possono gustare secondo vari accostamenti.

Infatti, anche se la ricetta tradizionale richiede l’utilizzo del formaggio, c’è chi decide di azzardare un po’ di più, optando per una farcitura a base di carne (ad esempio con il prosciutto crudo, il ragù o il wurstel), oppure con le verdure (spinaci, bietola e via dicendo).

Ma non è tutto. I casciatelli si possono trovare anche nella versione dolce, con il ripieno alla Nutella, alla crema, al cioccolato o al pistacchio. Anch’essi, come quelli salati si servono principalmente a Pasqua ma si possono gustare in ogni periodo dell’anno, preparandoli in casa.

Casciatelli calorie

Per quanto riguarda l’apporto energetico dei casciatelli, non è semplice fare una stima ben precisa (poiché possono esserci delle variazioni a seconda degli ingredienti utilizzati).

Tuttavia, facendo una media, su 100 grammi di casciatelli nella loro versione classica con il formaggio, possiamo trovare all’incirca 250 calorie.

(Visited 1.084 times, 1 visits today)

Sara Palmas

Commenta