Panettone al cioccolato: ricetta tradizionale rivisitata

Il Panettone al cioccolato è una rivisitazione del panettone classico, quello di tradizione milanese. E’ un dolce di natale un po’ elaborato meno rispetto al pandoro perché non c’è la sfogliatura ma il sapore ripaga di ogni sacrificio. E’ un dolce soffice e gustoso che piace sia a grandi che ai più piccoli.

Come si fa il panettone al cioccolato

PER IL LIEVITINO
80 g. di farina manitoba setacciata
1 cucchiaino di miele
12 g. di lievito di birra
80 ml di latte tiepido.
Riscaldate il latte e sciogliervi il lievito. Unire il miele e la farina setacciata. Formare un panetto morbido e coprire con pellicola. Lasciare riposare in forno spento ma con luce accesa per 1 ora.
I° IMPASTO
Il lievitino
5 g. di lievito di birra
75 g. di latte tiepido
3 tuorli e 1 uovo intero (unire le uova, sbatterle, pesarle…devono essere 120 g. e dividerle a metà… 60 g. tenerle da parte in frigo per l’altro impasto)
70 g. di zucchero
200 g. di farina manitoba
1 cucchiaino di miele
50 g. di burro freddo.
Nella ciotola della planetaria inserire tutti gli ingredienti, anche il lievitino. Il burro solo alla fine a pezzettini. Formare una palla elastica e morbida. Coprire con pellicola e lasciare lievitare per 2 -3 ore, fino al raddoppio.
III° IMPASTO
Riprendere il composto e nella stessa ciotola unire:
60 g. dell’uovo sbattuto tenuto da parte
140 g. di farina manitoba
80 g. di zucchero
Buccia grattuggiata di 1 limone
1 bustina di vanillina e 1 fialetta di aroma al rum.
Amalgamare con la planetaria tutti gli ingredienti e alla fine unire 50 g. di burro a pezzi freddo. Amalgamate fino a completo assorbimento. Unire a questo punto:
150 g. di cioccolato fondente tritato.
Amalgamare e togliere l’impasto dalla planetaria.
Procedere alla pirlatura su un piano da lavoro liscio e imburrato, rigirando il composto con le mani su se stesso e facendo le pieghe.
Mettere il composto nello stampo di carta rotondo e lasciarlo lievitare per 2 – 3 ore, in forno spento ma con luce accesa.
Trascorso il tempo procedere alla COTTURA.

Panettone quanto deve cuocere

Preriscaldando il forno a 200° e, prima di infornare, fare una leggera croce all’impasto e nel centro posizionare una nocina di burro.
Al momento di mettere in forno l’impasto, abbassare la temperatura a 180°, collocando accanto al panettone una bacinella piccola di acqua per mantenere l’idratazione durante la cottura per evitare che di asciughi. Abbassare a 165° dopo 10 minuti e procedere per 20 minuti. Abbassare a 150° per altri 10 minuti.
Sfornare e pinzare la base del panettone e metterlo a testa in giù per 1 ora, dopodiché raffreddarlo un’intera notte, chiuso in un sacchetto di plastica e finalmente gustarlo con zucchero a velo sopra o anche senza…è buonissimo ugualmente.

Panettone avanzato cosa fare

Se avanza il panettone potete riciclarlo preparndo i Cake pops

Ingredienti per 12 cake pops:

500 gr di panettone;
30 gr di crema alla nocciola (circa 2 cucchiai abbondanti);
30 gr di confettura a vostra scelta;
150 gr di cioccolato fondente;
30 ml di latte;
zuccherini a vostra scelta.


Sbriciolate grossolanamente il panettone con le mani in modo da ottenere dei fiocchi. Per compattare l’impasto potrete scegliere tra la crema alla nocciola oppure la confettura….io per non farmi mancare niente ho diviso il panettone in due ciotole e ne ho fatto una parte con una e una parte con l’altra
Sempre lavorando con le mani compattate il panettone e create delle palline della grandezza che preferite. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria con un pò di latte quindi immergetevi le palline aiutandovi con uno stecchino e prima che si rapprenda decorate come più preferite….io a casa avevo degli zuccherini di diverso tipo ma potrete utilizzare anche della granella, delle scaglie di cioccolato bianco o quello che più preferite.Per non rovinare i vostri cake pops infilate gli stecchini in un vassoio di polistirolo capovolto oppure appoggiateli in una ciotola larga e riponete in frigorifero per un’oretta per far rapprendere il cioccolato.

piattifacili.com

Commenta