Strozzapreti pesto e radicchio

Strozzapreti pesto e radicchio. La ricetta degli strozzapreti pesto e radicchio è ideale per quando si ha poco tempo per cucinare ma si vuole preparare un buon primo piatto saporito e gustoso. In questa preparazione il pesto è arricchito dal radicchio stufato, per un abbinamento forse un po’ insolito ma molto buono. Particolare è anche il formato di pasta. Si tratta degli strozzapreti o strangolapreti, un formato di pasta fresca tipica della Romagna. E’ molto semplice prepararli anche in casa, basta acquisire la giusta manualità per arrotolare le strisce di pasta. L’impasto tradizionale è a base di farina, acqua e sale, ma c’è anche chi aggiunge un uovo per rendere l’impasto più compatto. Come tutte le ricette tradizionali anche gli strozzapreti si prestano a numerose varianti.

Come preparare gli strozzapreti pesto e radicchio

Per preparare gli strozzapreti pesto e radicchio iniziate subito lavando accuratamente il radicchio. Sciacquatelo sotto acqua corrente e tagliato a listarelle. In una padella antiaderente scaldate un filo d’olio, aggiungete il radicchio e fate stufare a fuoco dolce. Salate e pepate. Nel frattempo portate a ebollizione una pentola d’acqua, salate e fate cuocere la pasta, in questo caso gli strozzapreti. Scolate gli strozzapreti, conservando un po’ di acqua di cottura e aggiungeteli nella padella con il radicchio stufato. Aggiungete il pesto alla genovese e mescolate in modo da amalgamare tutti gli ingredienti. Se necessario aggiungete un po’ di acqua di cottura per amalgamare bene gli ingredienti.  Gli strozzapreti pesto e radicchio sono pronti, servite ben caldi. Potete servire guarnendo i piatti con delle foglioline di basilico fresco, aggiungendo una bella grattata di parmigiano o di pecorino.

Buon appetito!

Ingredienti per preparare gli strozzapreti pesto e radicchio

(per 4 persone):

400 grammi di strozzapreti freschi

8 cucchiai di pesto alla genovese

1/2 caspo di radicchio

sale

un filo d’olio

pepe nero macinato q.b.

Pesto e radicchio

Quando parliamo di pesto, andiamo ad abbracciare un’ampia sezione culinaria. Molte persone conoscono soltanto quello alla genovese ma in realtà basta dare uno sguardo nell’apposita sezione degli ipermercati, che ci si ritrova dinanzi a molteplici varianti, tra cui il pesto al radicchio e speck Tigullio.

Ma come mai il radicchio viene molto utilizzato per la realizzazione del pesto?

I motivi sono due: il primo riguarda l’accostamento di sapori. Quest’ortaggio, ha di base un sapore amaro, solo che una volta cucinato tende ad essere più dolciastro e a risultare piacevole nell’assaggio.
L’altro fattore invece, ha a che fare con la scarsa quantità di grassi: per chi sta seguendo un regime alimentare ipocalorico, il pesto al radicchio risulta un’ottima alternativa.

Infatti, stando ai valori nutrizionali (facendo riferimento ad un quantitativo di 100 grammi), possiamo trovare:

  • Acqua 94 g
  • Carboidrati 1,6 g
  • Zuccheri 1,6 g
  • Proteine 1,4 g
  • Grassi 0,1 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibre 3 g
  • Sodio 10 mg

E poi:

  • Potassio 240 mg
  • Ferro 0,3 mg
  • Calcio 36 mg
  • Fosforo 30 mg
  • Vitamina B1 0,07 mg
  • Vitamina B2 0,05 mg
  • Vitamina B3 0,3 mg
  • Vitamina A tracce
  • Vitamina C 10 mg

Pesto di radicchio

Tutti conosciamo il pesto nella sua versione classica, ossia quella con pinoli e basilico. Tuttavia, è possibile realizzare diverse varianti, come ad esempio il pesto al radicchio.

Per realizzarlo, avrete bisogno di: 250 gr di radicchio, 1 spicchio d’aglio, 50 gr pinoli, 100 gr parmigiano reggiano, sale q.b e 10 cl di olio extra vergine d’oliva.

Stando a questo quantitativo, riuscirete ad ottenere una porzione standard di pesto, come quelle che trovate nei supermercati.

Dal punto di vista del procedimento, vi basterà prendere il radicchio, l’aglio e i pinoli ed inserirli all’interno di un mixer. Azionate il macchinario per una ventina di secondi e poi fermatelo.
Adesso, inserite il parmigiano reggiano e il sale. Accendete nuovamente il mixer e frullate i vari ingredienti, lasciando comunque una consistenza cremosa.

Versate il composto in un recipiente, aggiungete l’olio secondo le quantità richieste ed amalgamate il tutto. Adesso non vi resta che mettere il vostro pesto al radicchio in un apposito contenitore e conservarlo in frigo per massimo due giorni. 

Calcolate che il pesto fatto in casa ha una tenuta decisamente minore rispetto a quello acquistato, poiché quest’ultimo possiede una serie di conservanti. 

Pasta pesto di radicchio e speck

Dopo avervi presentato nel dettaglio le modalità di preparazione del pesto al radicchio, passiamo ad una ricetta super gustosa, ossia la pasta al pesto di radicchio e speck

Noi abbiamo scelto i fusilli come protagonisti del piatto ma potete tranquillamente optare per altre tipologie di pasta. 

Ingredienti (per 4 persone) 

  • 350 gr di fusilli
  • 250 gr di pesto al radicchio
  • 250 gr di speck 

Procedimento

Mettete l’acqua a bollire. Nel frattempo, prendete lo speck e tagliatelo in varie striscioline: per chi l’avesse acquistato già tagliato a fette, può dividerlo in vari pezzi, senza dover seguire necessariamente una tecnica precisa. 

A questo punto, salate l’acqua e gettate la pasta che dovrà essere tolta dal fuoco un minuto prima rispetto a quanto indicato nella confezione. 

Una volta trascorso il tempo richiesto, scolate i fusilli ed inseriteli nuovamente nella pentola, unendo il pesto al radicchio e lo speck. Riaccendere la fiamma ed amalgamate il tutto per un minuto. Servite e buon appetito!

Pesto radicchio e mandorle

Sapevate che il pesto al radicchio può essere realizzato in diversi modi?

Ad esempio, sostituendo i pinoli con le mandorle. Il sapore, vista la dolcezza di quest’ultime, risulterà ancor più delicato. Inoltre, fanno bene alla salute. Ecco i valori nutrizionali delle mandorle, stando ad un quantitativo di 100 grammi:

  • Carboidrati totali 21,69 g       
  • Amido 0,74 g 
  • Zuccheri semplici 3,89 g        
  • Grassi  49,42 g                       
  • Proteine 21,22 g         
  • Fibre 12,2 g    
  • Acqua  4,7 g   
  • Calcio  264,0 mg 26%
  • Ferro    3,72 mg 29%
  • Magnesio 268,0 mg     75%
  • Manganese 2,285 mg  109%
  • Fosforo 484,0 mg 69%
  • Potassio 705,0 mg 15%
  • Sodio   1,0 mg 0%
  • Zinco   3,08 mg 32%

Inoltre, possiedono numerose vitamine, tra cui la vitamina A, la vitamina K, la vitamina B1, la vitamina B2, la vitamina B3, la B6 e tante altre ancora. L’unica pecca sta nell’apporto energetico, in quanto 100 grammi di mandorle contengono più di 500 calorie.

Per creare un cremoso pesto radicchio e mandorle, avrete bisogno di: 250 gr di radicchio, 100 gr parmigiano reggiano, 1 spicchio d’aglio, 60 gr di mandorle, sale q.b e 10 cl di olio extra vergine d’oliva.

Il procedimento è abbastanza semplice: dovete prendere il radicchio, l’aglio e le mandorle ed inserirli all’interno di un frullatore. Azionate il mixer per alcuni secondi, senza farlo diventare troppo cremoso.
Adesso, inserite il parmigiano reggiano e il sale. Accendete nuovamente il mixer e frullate i vari ingredienti, così da creare un pesto.

Dopodiché, versate il composto in un recipiente, aggiungete l’olio secondo le quantità richieste ed amalgamate il tutto. Ora non vi resta che mettere il vostro pesto al radicchio e mandorle in un apposito contenitore e conservarlo in frigo per 48 ore massimo, poiché (come vi abbiamo accennato in precedenza) è privo di conservanti. 

Pesto radicchio e noci

Nel caso in cui non doveste disporre delle mandorle, potete realizzare la variante con le noci.

Per realizzare il pesto radicchio e noci, avrete bisogno di: 250 gr di radicchio, 1 spicchio d’aglio, 50 gr pinoli, 100 gr parmigiano reggiano, sale q.b e 10 cl di olio extra vergine d’oliva.

Anche qui, viste le quantità, avrete modo di ottenere una porzione standard di pesto, identiche a quelle che trovate nei banconi frigo.

Il procedimento è sempre lo stesso: vi basterà prendere il radicchio, l’aglio e le noci e metterle all’interno di un mixer. Azionate il frullatore per una ventina di secondi e poi fermatelo.
Ora, aggiungete il parmigiano reggiano e il sale. Riaccendete il mixer e frullate i vari ingredienti, lasciando comunque una consistenza cremosa.

Infine, versate il composto in una ciotola, aggiungete l’olio secondo le quantità richieste ed amalgamate il tutto.

Il pesto con radicchio e noci è pronto per essere gustato e non vi resta che metterlo in un apposito contenitore e conservarlo in frigo per massimo due giorni. 

(Visited 259 times, 1 visits today)

linda

Commenta