Gelati confezionati calorie

Non c’è dieta che tenga: d’estate non si dice di no al gelato. Che sia ogni giorno o solo nel weekend, al gelato non si rinuncia. Ma è davvero un nemico della nostra linea o possiamo mangiarlo senza troppe paranoie? Qual è il suo impatto calorico? Hanno più calorie i gelati artigianali o quelli confezionati?
Questi ultimi, per via della presenza di dosi significative di zuccheri e grassi saturi, sono più calorici di quelli venduti sfusi, ma è necessario sottolineare che i gelati confezionati non hanno il medesimo quantitativo di calorie.

Un ghiacciolo, ad esempio, essendo costituito perlopiù da acqua, è meno calorico di un Magnum (classico): nello specifico si parla di 92 calorie di un Calippo contro le 257 di un Magnum classico. Di seguito troverete un elenco con i gelati confezionati più famosi e le rispettive calorie.

Algida – Mini Cooky Snack 150 kcal
Bomboniera 70
Biscoto alla panna 130
Cafè Zero 140 (100g)
Carte d’Or Affogato fragoline di bosco 177
Carte d’Or Follia al cioccolato 261
Carte d’Or panna 187
Carte d’Or Passione al Caramello 252
Coppetta metà cioccolato e metà vaniglia 194
Cornetto classico 240
Cremino 134
Croccante 155
Cucciolone classico 222
Fiordifragola 62
Ghiacciolo al limone (62 g) 53
Ghiacciolo alla frutta (70 g) 80
Ghiacciolo limone con stecco liquirizia 100
Magnum bianco 256
Magnum classico 257
Magnum Double Caramel 348
Magnum Double Chocolat 346
Magnum mandorle 272
Mars – Twix Ice Cream 123
Ringo Gelato 220
Solero Exotic 104
Solero Fruity/ Ice 72
Viennetta al cappuccino 249
Viennetta alla vaniglia 252

Gelati confezionati perché mangiarli

Quando in estate si ha voglia di un dessert a portata di mano, è impossibile non pensare ai gelati confezionati.

Che siano in vaschetta o in versione singola, rappresentano un vero e proprio momento di goduria, in grado di rinfrescarci durante le giornate più calde.

Al giorno d’oggi, si possono trovare tantissime tipologie di gelati sia in termini di gusti (cioccolato, crema, panna, pistacchio, caffè, tutti i tipi di frutta, zabaione, Nutella e via dicendo) che di consistenza e di struttura.

Infatti, si ha modo di acquistare i gelati con il biscotto, con lo stecchino, con il cono e tanto altro ancora.

Certamente, non possiedono la stessa genuinità dei gelati artigianali (in quanto preparati con ingredienti freschi) ma comunque si possono tenere nel freezer per lunghi periodi, facendo riferimento alla data di scadenza.

Durante tutto l’anno (e dunque non solo in estate), i gelati confezionati sono disponibili nei supermercati e nei bar più forniti.

A livello di prezzi, hanno dei costi che oscillano tra 1 e 3 euro (prendendo in considerazione un gelato singolo). Tuttavia, per chi avesse intenzione di risparmiare qualcosina, può puntare sui multipack, che ne contengono almeno 4 (a volte anche diversi in termini di gusti).

Marche di gelati confezionati

I gelati confezionati appaiono per la prima volta nel nostro Paese dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Fu l’azienda Motta a creare il primo, con lo stecco e al gusto fiordilatte. Da quel momento, iniziò ad avere un successo non indifferente, anche per merito dell’America.

Al giorno d’oggi, fare una stima ben precisa di tutte le marche di gelati confezionati è praticamente impossibile, poiché ce ne sono a bizzeffe.

Tuttavia, possiamo citare alcuni dei più noti in assoluto (oltre Motta):

  • Algida: cornetti, magnum, solero, carte d’or, cucciolone
  • Nestlè: pirulo, coppa del nonno, maxibon, mini cookie)
  • Sammontana: Cinque stelle, prezzemolo, barattolino, bon bon)
  • Nuii, una variante del magnum nata recentemente
  • HäagenDazs, specializzato nei barattolini
(Visited 89 times, 4 visits today)

Sara Palmas

Commenta