Come e dove si assume la vitamina D

FONTI DI VITAMINA D le conoscete?

Fonti esterne:

SOLE. Parte della vit.D di cui il nostro corpo ha bisogno viene sintetizzata con l’esposizione della pelle ai raggi Uv-B del sole

Fonti alimentari:

OLIO DI FEGATO DI MERLUZZO : In passato utilizzato come rimedio contro il rachitismo, contiene infatti importanti quantità di vit.D ma anche di vit.A, vit.E, iodio e acidi grassi monoinsaturi.

PESCE : trota salmonata, salmone, pesce spada e tonno contengono dosi importanti di vit.D. Essendo, però, di grosse dimensioni, c’è da tenere in conto il rischio di contaminazione da mercurio. Consumare allora con maggiore frequenza sgombro, alici e sardine (“pesce azzurro”) che contengono tanta vit.D e Omega-3.

Alimenti con Vitamina D

LATTE E DERIVATI:il latte continue piccole quantità di vit.D e non è dunque l’alimento più ricco ma contribuisce ugualmente all’intake giornaliero assieme a yogurt e alcuni formaggi.

UOVA :la vit.D è contenuta prevalentemente nel tuorlo. Essendo un alimento ricco in colesterolo, bisogna fare attenzione alla frequenza di consumo e al contesto alimentare giornaliero.

FUNGHI contengono davvero piccolissime quote di vit.D ma che possono lo stesso contribuire.

CIOCCOLATO secondo alcuni studi contiene il precursore della vit.D e l’ipotesi è che tale precursore venga convertito in vitamina D con l’esposizione al sole delle Fave.

(Visited 49 times, 1 visits today)

Charlize

Commenta