Canocchie: cosa sono e quali ricette fare

Con il termine canocchia si fa riferimento ad un crostaceo appartenente alla famiglia degli Squillidae: infatti, il suo nome scientifico è Squilla Mantis.

Esso si presenta con una corazza tendente al rosato-giallastro ed ha una forma allungata che può arrivare fino a 20 cm circa. È un animale che si trova principalmente nei pressi delle lagune ma anche nei fondi sabbiosi e fangoso delle coste. Le canocchie sono molto simili alle cicale di mare e pur trattandosi di crostacei non sono assolutamente imparentati con la famiglia del granchio, dell’aragosta o dell’astice.

Proprietà canocchie

Le canocchie sono uno degli alimenti consigliati a chi avesse intenzione di perdere qualche kg. Il loro apporto calorico è alquanto basso e proprio per questo sono molto gettonate nei libri di ricette light.

Contengono omega 3, acidi grassi polinsaturi, proteine e vitamine. Proprio per tale motivo, si può ben dedurre che le canocchie siano un “cibo amico” se mangiato secondo le giuste quantità. E’ chiaro che dovrete stare molto attenti ai condimenti: sono loro a rendere il piatto molto più calorico!

Ma quali sono le proprietà principali delle canocchie? Scopriamole insieme!

Sono ideali per la dieta

Dato il basso contenuto di calorie, le pietanze a base di canocchie possono essere considerate perfette per tutte quelle persone che sono a dieta ed hanno intenzione di perdere i kg di troppo.

Alleati della digestione

I crostacei, come ben sapete, sono poveri di grassi: ciò significa che le canocchie risultano essere abbastanza digeribili, non influendo minimamente sul corretto funzionamento dell’intestino, evitando l’insorgimento di possibili patologie.

Hanno un buon apporto d’acqua

Le canocchie possiedono molta acqua ma allo stesso tempo anche molto sodio. Pertanto, vanno consumate sempre secondo giuste quantità. Mangiarle a dosi spropositate non porterebbe ad alcun beneficio, anzi causerebbe disturbi ai reni e ritenzione idrica.

Favoriscono la concentrazione

Grazie alla presenza di alcune vitamine e nutrienti, le canocchie sembrerebbero contribuire nella stimolazione della concentrazione, nel caso in cui si stessero affrontando periodi di forte stress o intenso studio/lavoro.

canocchie come si cucinano

Le canocchie, così come la maggior parte dei crostacei necessitano di una preparazione più imminente possibile. Questo perché con il trascorrere del tempo perdono la freschezza iniziale e di conseguenza vanno incontro a disidratazione, riducendosi notevolmente di volume. Ma anche a livello di qualità, è sempre bene consumare il pesce subito dopo l’acquisto.

In termini di preparazione, le canocchie si rivelano super versatili e si possono gustare sia sotto forma di antipasto (un po’ come il cocktail di gamberi), che di primo (accompagnandole alla pasta o al risotto) o di secondo. Ed anche per quanto riguarda la cottura, si può spaziare alla grande: le canocchie possono essere cucinate al vapore, bollite, lessate, fritte o al forno.

A proposito di ricette, oggi ve ne proponiamo due semplici ma che allo stesso tempo vi consentiranno di fare un figurone, ossia gli spaghetti con le canocchie e gli spiedini di canocchie al forno. Prendete carta e penna e segnatevi tutto!

Spaghetti con le canocchie

Ingredienti (per 4 persone)

  • 400 gr di spaghetti
  • 20-25 canocchie
  • 1/2 Cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 peperoncino 
  • 1 limone
  • Olio extravergine d’oliva q.b 
  • Sale
  • Pepe 

Procedimento 

Per prima cosa, pulite per bene le canocchie, facendo attenzione a non pungervi. Privatele della testa, delle zampe e della coda ed effettuate un taglio su tutto il dorso, in modo tale che possa cuocersi in maniera omogenea. 

Nel frattempo, mettete a bollire l’acqua della pasta. 

A questo punto, tagliate la mezza cipolla in tanti pezzettini e mettetela in un padella antiaderente con un po’ d’olio, lo spicchio d’aglio ed il peperoncino. Inseriteci le canocchie, un pizzico di sale e pepe ed accendete la fiamma, facendo cuocere il tutto per circa 10-15 minuti. Con l’aiuto di un cucchiaio di legno, girate di tanto in tanto così da far amalgamare i sapori. Facoltativo: per dare al vostro piatto un tocco in più, sfumate con un po’ di vino bianco. 

Una volta trascorso il tempo richiesto, spegnete la fiamma e togliete lo spicchio d’aglio. 

Adesso salate l’acqua che sarà giunta ad ebollizione e metteteci gli spaghetti, i quali dovranno cuocere un minuto in meno rispetto a quelli indicati sulla confezione. Scolateli, ed aggiungeteli alla padella con le canocchie che avete già preparato in precedenza (mi raccomando, assicuratevi di disporre di un tegame che sia in grado di contenere sia la pasta che il condimento). 

Amalgamate il tutto per un minuto, aggiungendoci il succo di limone. Servite, impattare e buon appetito! 

Spiedini di canocchie al forno

Gli spiedini con le canocchie al forno sono un piatto davvero molto semplice nella preparazione e super dietetico. Ideale per una cena light ma anche per un secondo sfizioso da gustare a tavola con i più cari, specialmente durante le festività natalizie, dove il pesce è d’obbligo. Con questa ricetta state pur certi che farete un figurone!

Ingredienti (per 8 persone)

  • 60 canocchie
  • Pangrattato
  • Olio extravergine d’oliva q.b 
  • Sale q.b 
  • Pepe q.b 
  • Scorza di limone
  • Prezzemolo
  • Pomodorini
  • Stecchini lunghi 

Innanzitutto, dedicatevi alla pulizia delle canocchie. Mi raccomando come sempre a non tagliarvi (se possibile, usate i guanti) in quanto presentano delle componenti pungenti. 

A differenza della ricetta presentata poco fa, qui le canocchie non vanno private né della testa e né della coda ma soltanto sottoposte ad un taglio su tutto il dorso.

In una ciotola, inseriteci il pangrattato, l’olio ed il prezzemolo, creando un composto non eccessivamente “molliccio”. Con un cucchiaio, prendete poco alla volta il miscuglio ed adagiatelo sul dorso delle canocchie.

Aggiungete il sale e il pepe. Dopodiché, inserite 3 canocchie a stecchino, le quali dovranno essere separate l’una dall’altra da un pomodorino (così facendo, guadagnerete molti punti anche sull’impiattamento).

A questo punto, prendete una teglia da forno ed inseriteci gli spiedini di canocchie, insieme alla scorza di limone e a un filo d’olio. Cuocete per 30 minuti a 180 gradi. 

Servite e buon appetito! 

Canocchie: scelta del vino

Così come tutti i crostacei ma anche il pesce in generale, le canocchie si sposano benissimo con il vino bianco. I più consigliati solitamente sono lo Champagne Brut, il Franciacorta, l’Extra Brut, il Verdicchio o il Prosecco. La scelta è davvero vastissima!

(Visited 5 times, 1 visits today)

linda

Commenta