• Home
  • Consigli
  • Magnesio per combattere l’emicrania: i cibi in cui trovarlo

Magnesio per combattere l’emicrania: i cibi in cui trovarlo

L’emicrania è un problema che affligge migliaia di persone che soffrono spesso di questo fastidioso disturbo.

Tuttavia è possibile combattere il mal di testa ricorrente, con l’assunzione di quei cibi che contengono del magnesio.

È confermata infatti, la correlazione tra magnesio e risoluzione del problema dell’emicrania, o quantomeno efficacia nel trattamento.

Si tratta di una soluzione naturale, che ci permette di non ricorrere sempre ai medicinali, che a lungo andare possono diminuire la loro efficacia.

Il magnesio è un minerale molto importante per il nostro organismo e chi ha scarse quatita di questo elemento rischia di incorrere nel problema delle emicranie ricorrenti.

Oltre all’emicrania, di conseguenza di possono verificare problemi a carico della cervicale, con dei dolori in questa zona.

La carenza di magnesio si manifesta anche quando ci si accorge di avere una scarsa qualità del sonno.

Questo minerale rappresenta uno dei sali minerali più importanti per il nostro organismo e combatte lo stress, i dolori muscolari e gli stati di ansia.

Tutti i cibi che contengono il magnesio, abbassano i livelli di adrenalina nel corpo e aiutano ad alleviare le tensioni muscolari.

Un altro beneficio del magnesio è sul sistema nervoso, che viene riequilibrato e di conseguenza il problema dell’emicrania va verso la risoluzione.

Anche il sistema circolatorio ne trae giovamento, perchè con l’abbassamento dell’adrenalina, diminuisce la frequenza cardiaca.

Al contrario, quando il magnesio scarseggia, il fisico ha una reazione di produzione di adrenalina e aumenta la tensione generale.

Il magnesio agisce contro la stanchezza e aiuta il metabolismo, prevenendo le emicranie e aiuta anche contro l’ipertensione e il diabete.

Inoltre, quando il metabolismo è regolare il mal di testa non sopraggiunge e si allevia quel senso di spossatezza.

Per chi soffre di emicrania è consigliabile assumerlo a fine giornata, per favorire il sonno, mentre se viene assunto all’inizio della giornata da energia.

I cibi che contengono il magnesio

Ci sono degli alimenti che contengono una dose importante di magnesio e possono aiutarci in maniera efficace.

Parliamo di verdure, come ad esempio gli spinaci e il prezzemolo; un suggerimento per la cottura, quando lessate le verdure potere utilizzare l’acqua di cottura, che raccoglie i sali minerali.

Altri cibi che contengono il magnesio sono banane, soia, melanzane e legumi, ma anche cereali integrali, crusca e avena.

Se volete fare il pieno di magnesio e combattere l’emicrania, mangiate anche la frutta secca, che è ricca di questo minerale.

Le mandorle le nocciole e gli arachidi specialmente, insieme ai semi di zucca; anche il cioccolato fondente e molto ricco di magnesio.

Interessanti ricerche hanno dimostrato la correlazione che c’è tra i diversi tipi di mal di testa e i cibi che contengono o non contengono il magnesio.

In particolare è utile sapere che cosa succede al nostro organismo quando non assumiamo le quantità sufficienti di questo importante minerale.

Cosi come alcuni alimenti possono provocare l’emicrania, ce ne sono altri che possono risolverla, come ad esempio il caffè.

I cibi che contengono magnesio, le fibre e i carboidrati complessi possono risolvere le emicranie.

Anche lo zenzero aiuta da questo punto di vista, previene e cura l’emicrania e non essendo un medicinale, non presenta effetti indesiderati, purchè non se ne consumino quantità eccessive.

Un altro cibo in cui è presente il magnesio e il Partenio, un’erba che risulta molto efficace per l’emicrania.

Spesso l’emicranie non è un semplice mal di testa, ma è un dolore persistente che si localizza su un lato della fronte o della testa.

Si tratta di un dolore costante, che può essere seguito da una eccessiva sensibilità alle font di luce e dalla nausea.

Altri cibi che possono aiutare a combattere l’emicrania sono il riso integrale, le verdure cotte come spinaci, cavoli, broccoli e bietola.

Ancora le carote e le patate, oppure la zucca, ma non solo; anche la frutta come i mirtilli, le prugne, mele, pesche e ciliegie.

Cibi che possono provocare l’emicrania

Ci sono altri cibi che possono portare all’emicrania, soprattutto a quei soggetti che sono particolarmente predisposti.

Non si deve abusare di latticini, uova, cioccolato, cipolle, mais e pomodori; in particolare il latte e i formaggi non vanno assunti in quantità eccessive.

Anche le carni rosse non vanno consumate in eccesso e il vino rosso e i dolcificanti in genere.

Vi suggeriamo di evitare questi cibi, per almeno un paio di settimane; vi accorgerete di come l’emicrania andrà risolvendosi.

Modificate la vostra dieta, inserendo maggiori quantità dei cibi che vi abbiamo elencato come positivi, in sostituzione di quelli negativi, che vanno eliminati.

Per risolvere l’emicrania potete aiutarvi, scrivendo la lista di tutti quei cibi utili al vostro caso.

Andate ad aumentare questi cibi: broccoli, spinaci, cavoli e frutta; questa può essere anche cotta.

Mentre dovete eliminare i cibi che hanno provocato l’emicrania; dopo un periodo di tempo ragionevole potete provare a reintrodurli uno alla volta.

In questo modo vi rendete conto se è il caso di continuare e riassumere quei cibi o eliminarli definitivamente.

Alla fine cercate di eliminare definitivamente tutti quei cibi dannosi e che provocano l’emicrania.

In questo modo potete gestire al meglio il problema dell’emicrania; non si tratta di un processo breve, ma vale la pena farlo.

Come abbiamo visto, un capitolo a parte è quello che riguarda la carne; va consumate in quantità giuste e non eccessive.

Zenzero combatte l’emicrania

Anche l’olio vegetale non va assunto in eccesso, preferendo i cereali integrali, i legumi la frutta e la verdura.

Ci sono molti casi in cui la base creata dai cibi, può essere affiancata da degli integratori di magnesio, che possono dare l’aiuto finale nella risoluzione del problema.

Spesso infatti l’emicrania è molto forte e si ha bisogno di risolvere il problema in breve tempo.

Sempre dopo aver consultato il medico, potete prendere il considerazione questi integratori.

Lo zenzero, che potete assumere nelle quantità di un cucchiaino in polvere ogni giorno, oppure il partenio, 250 milligrammi al dì.

Lo stesso magnesio, dai 400 ai 600 milligrammi al giorno, insieme ai cibi che vi abbiamo indicato in precedenza.

Il calcio, che compensa l’assunzione eccessiva di caffè e zuccheri; si possono assumere fino a 1000 milligrammi al giorno di calcio.

(Visited 21 times, 1 visits today)

Luca

Commenta