• Home
  • Consigli
  • Cetrioli : come prepararli, pulirli e renderli digeribili

Cetrioli : come prepararli, pulirli e renderli digeribili

I cetrioli sono un alimento che contiene molte proprietà nutritive utili al nostro organismo, come fibre e sali minerali.

Oltre a questo nei cetrioli troviamo il vantaggio di avere poche calorie; in altre parole abbiamo 12 calorie per 100 grammi.

Su come prepararli c’è l’imbarazzo della scelta, infatti si possono fare in tantissimi modi.

Ad esempio possiamo inserirli all’interno delle nostre insalate con un vantaggio per la nostra dieta, specialmente se dobbiamo perdere peso.

Tuttavia uno degli aspetti non proprio positivi è che alcune persone hanno difficoltà a digerirli.

Prima di tutto vogliamo darvi alcuni consigli utili a rendere più digeribili i cetrioli, grazie ad alcune preparazioni particolari.

Ad esempio uno dei modi per digerire meglio il cetriolo è quello di metterlo sotto sale; ad esempio un altro consiglio è nella scelta dei cetrioli quando siete al supermercato.

Cetrioli cosa contengono

Prima di tutto sceglietene uno non troppo piccolo ne troppo grande; inoltre la buccia è bene che sia abbastanza dura.

Anche un altro segreto è il colore; fate attenzione che sia verde e non giallo.

Nella fase successiva iniziate a prepararli, pulirli e renderli digeribili con un primo lavaggio e successivamente sbucciatelo.

Il secondo passo prevede il taglio; tagliatelo in piccole fette non troppo spesse; in seguito ponete le fette in un piatto facendo attenzione a non mettere una fetta sopra l’altra.

A questo punto aggiungete il sale alle fettine di cetriolo e formate un altro strato di fette, al quale aggiungerete altro sale.

Dopodichè coprite con un piatto, mettete il tutto in frigorifero e aspettate 30 minuti; in altre parole questo serve per far uscire l’acqua dalle fette di cetriolo.

Infatti noterete che avranno espulso l’acqua che sarà stata assorbita dal sale.

Anche un altro metodo per rendere il cetriolo più digeribile consiste nel tagliare le due estremità.

Questo metodo serve per eliminare il sapore amaro del cetriolo; in seguito potete sbucciarlo e tagliarlo a fette.

Ad esempio potete mangiarlo insieme all’insalata insieme alla cipolla.

Come abbiamo visto i valori nutrizionali del cetriolo lo rendono un alimento sano e leggero.

Nei cetrioli è presente il 95% di acqua e molti sali minerali oltre che fibre, vitamine C, B, K e potassio oltre che fosforo e manganese.

La vitamina B può essere assunta anche mordendo il cetriolo crudo e fresco oppure bevendo un centrifugato.

Allo stesso modo la buccia del cetriolo contiene invece la vitamina C, che fa bene anche al sistema immunitario.

Cosa servono i cetrioli sugli occhi

I cetrioli vengono spesso messi sugli occhi per sfruttare i benefici dell’azione decongestionante del cetriolo.

In altre parole sgonfiano le borse sotto agli occhi e rinvigoriscono la pelle del viso, con la loro polpa.

Ad esempio molte aziende cosmetiche producono delle maschere per il viso a base di polpa di cetriolo.

Ci sono anche altre creme che utilizzano i semi di cetriolo che hanno un effetto tonificante oppure si usano anche per fare degli impacchi.

L’azione dello zinco può togliere le macchie della pelle e fa bene anche alle rughe e ai gonfiori intorno agli occhi.

Inoltre l’azione decongestionante del cetriolo è utile anche per eliminare le occhiaie o quantomeno le riduce.

Anche un altra azione utile per il contorno degli occhi è la diminuzione del rossore che può derivare dalla stanchezza accumulata.

Gli occhi avranno un aspetto meno stanco e più vivace, basteranno poche applicazioni per raggiungere questo obiettivo.

I cetrioli hanno anche altre proprieta come quelle detergenti che aiutano la salute degli occhi.

Inoltre hanno un’azione purificante e puliscono i pori; in altre parole la pelle del viso sarà più morbida.

In ogni caso anche se avete poco tempo, sono sufficienti anche due fette di cetriolo da mettere sugli occhi e il gioco è fatto.

Cosa cucinare con cetrioli

i cetrioli si possono cucinare in diversi modi, con l’avocado ad esempio, ch eè uno dei cibi che meglio si accoppiano al cetriolo.

Ad esempio si può optare anche per un piatto da servire come antipasto; un budino di robiola e cetriolo.

Molto facile da preparare e dal gusto saporito; inoltre rappresenta la soluzione ideale se avete molti ospiti per cena.

Successivamente abbiamo un altra soluzione sfiziosa e interessante, con il pesce spada; fate degli involtini di pesce spada con cetriolo e melone.

È un piatto che si adatta bene alla stagione estiva; inoltre sempre se volete puntare sulla leggerezza potete preparare dei piccoli rotoli di cetriolo con verdure.

Si tratta di rotolini molto saporiti e leggeri al tempo stesso e non richiedono troppo tempo per la preparazione.

Anche un altro modo di cucinarle i cetrioli è con la zuppa, facendo una sorta di minestrone di cetrioli aggiungendo l’avocado.

Ad esempio possiamo anche preparare i cetrioli con un‘insalata di pollo; oppure ancora fare una tartare di cetrioli e avocado.

Perchè i cetrioli diventano amari o gialli

Ci sono alcuni casi in cui i cetrioli possono prendere altri colori rispetto a quello originario, oppure possono diventare amari.

Questo cibo così fresco che occupa la tavola in tanti modi può riservare questo inconveniente.

Il suo sapore amaro può derivare dalla sua coltivazione; in altre parole i fattori che influenzato ill sapore sono diversi.

Prima di tutto può succedere con un eccessivo o scarso innaffiamento della pianta, oppure quando l’acqua dell’innaffiamento è troppo fredda.

Anche un altro motivo può essere la semina sbagliata del terreno oppure l’eccessivo caldo e il troppo sole.

Inoltre ci sono altri casi in cui i cetrioli diventano gialli e possono seccarsi già prima di essere raccolti.

Il cetriolo si sviluppa in estate, una stagione in cui il numero degli insetti aumenta rispetto alle altre stagioni.

Per questo motivo c’è la maggiore presenza di parassiti che possono rovinare i cetrioli e danneggiare le condizioni della pianta.

Se non vengono trattati in maniera veloce si rischia di rovinare l’intero raccolto.

Il periodo migliore per piantare i cetrioli è la primavera, in questo modo si previene l’ingiallimento.

Per quanto riguarda le tecniche di coltivazione, i semi devono essere piantati non troppo in profondità.

Quando spuntano primi frutti hanno bisogno di molta acqua per svilupparsi nel modo migliore ed evitare di diventare gialli.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Luca

Commenta