Vitamina B12 : cos’è e a cosa serve

Vitamina B12 : cos’è e a cosa serve

Ci sono molte vitamine che rivestono una grande importanza per il nostro benessere generale. In particolare ce n’è una la cui mancanza può creare non pochi problemi a chi ne è soggetto.

Stiamo parlando della vitamina B12, che insieme all’acqua, le fibre e i sali minerali, aiuta l’organismo a fare il suo lavoro ogni giorno; a portare a termine quei compiti che sono fondamentali per l’equilibrio psicofisico. È importante come tipo di vitamina, anche per mantenere il buono stato di salute generale. Ci sono dei tipi di vitamine, tra cui la B12 che non vengono prodotte in modo naturale dal nostro organismo; in questo caso dobbiamo andare a cercarle nella nostra dieta quotidiana, attraverso il consumo dei giusti cibi; per comprendere che cos’è la vitamina di cui vi stiamo parlando è importante fare una premessa.

Liposolubili e Idrosolubili

Tutte le vitamine che esistono possiamo classificarle in due gruppi principali: liposolubili e idrosolubili.

Iniziamo parlando di quelle liposolubili: vitamina A, vitamina D, vitamina E, vitamina K, vitamina F o acidi grassi essenziali (AGE).

Queste vitamine possiamo assimilarle al meglio se abbiamo anche la giusta quantità di grassi; a questo proposito, è importante assumere anche i lipidi, che sono contenuti nei cibi ricchi di grassi, tra questi ci sono: oli, formaggi, insaccati ecc.

Queste vitamine liposolubili vengono assorbide dal fegato; fate attenzione a non assumere eccessive quantità di questi cibi che contengono queste vitamine; perchè se sono introdotte in quantità eccessiva, possono portare a uno stato di affaticamento e a dei conseguenti danni sia per il fegato che per la milza. È consigliabile consumare i cibi ricchi di grassi non più di due volte alla settimana e in quantità limitate.

Proseguendo possiamo iniziare a parlare di vitamine idrosolubili: vitamina B9 (Acido Folico) vitamina C (acido ascorbico), vitamina B2 (Riboflavina), vitamina H (Biotina). 0vitamina B5 (Acido pantotenico), vitamina B6 (Piridossina), vitamina PP (Niacina), vitamina B1 (Tiamina), vitamina B12 (Cianocobalamina)

Sl contrario delle precedenti, questo tipo di vitamine sono assunte più velocemente dal nostro corpo e se sono assunte in quantità eccessive vengono espulse facilmente con urina e sudore.

Nel caso delle vitamine idrosolubili non abbiamo delle riserve per queste vitamine; è necessario integrarle attraverso l’alimentazione in maniera regolare.

Vitamine gruppo B

La vitamina B12 fa parte del gruppo vitaminico B; si tratta di un complesso di vitamine molto importante per mantenere l’organismo in buono stato di salute; la loro presenza costante permette il giusto funzionamento epatico e del sistema nervoso; queste vitamine hanno anche un’altra funzione, quella di trasformare i carboidrati in glucosio e processano i lipidi e le proteine.

In particolare ci sono delle vitamine molto più importanti di altre all’interno di questo gruppo, di seguito vi forniamo un elenco che vi sarà utile: vitamina B1 (tiamina), vitamina B2 (riboflavina), vitamina B3 (niacina), vitamina B5 (acido pantotenico), vitamina B6 (piridossina), vitamina B8 (biotina), vitamina B9 (acido folico), vitamina B12 (cobalamina).

Ora cerchiamo di capire a cosa serve la vitamina B12 e in generale l’utilità delle vitamine che vi abbiamo sopra elencato

Le vitamine del gruppo B sono tra le più importanti, se non indispensabili per mantenere le giuste funzionalità del nostro organismo; come dicevamo aiutano la funzionalità epatica e del sistema nervoso.

Bisogna fare attenzione a mantenere un buon livello di queste vitamine, compresa la B12, perchè se non ne assumete abbastanza, potete andare incontro a dei fastidi a lungo termine riguardanti il vostro stato di salute generale. Molto importanti come vitamine in particolar modo per i bambini, perchè aiutano i processi di sintesi di energia e di costruzione di strutture organiche.

Carenza vitamine gruppo b conseguenze

Cerchiamo si capire che cosa succede se abbiamo una carenza di vitamine del gruppo B, che sono molto importanti per lo sviluppo dei movimenti quotidiani, dei sensi, e dal punto di vista anche psichico.

Una carenza di vitamina B può portare ad avere una pelle meno idratata, dei stati di insonnia e stipsi, mancanza di appetito affaticamento, irritabilità, instabilità emotiva e difficoltà di concentrazione.

Oltre a questo a volte ci si sente imbolsiti e si possono soffrire dei crampi a braccia e gambe.

Un altro aspetto è quello che può portare a delle difficoltà di apprendimento, disturbi alla vista, artriti e difficoltà cardiache.

La mancanza di vitamina B12 può portare anche a un’insensibilità generale e a dei formicolii di mani e piedifino a disturbi legati all’equilibrio, infiammazione della lingua e la comparsa di capelli bianchi prima del tempo.

Ora che vi abbiamo descritto a cosa può portare la mancanza della vitamina B12 e in generale la mancanza delle vitamine del gruppo B, di conseguenza potrete comprendere a cosa servono.

Ci sono diverse cause che possono portare a una scarsa quantità di vitamina B12 e di vitamine B nel nostro organismo. Per esempio se assumente dei medicinali che possono creare delle difficoltà nella metabolizzazione di queste vitamine, come ad esempio i sulfamidici, sonniferi, insetticidi ed estrogeni.

Questi tipi di medicine tendono a danneggiare le vitamine B. Se siete in un periodo in cui subite una carenza di queste vitamine, è consigliabile assumere degli integratori. La vitamina B12 in particolare, se parliamo di cibi è contenuta negli alimenti di origine animale: fegato, cozze, caviale, ostriche, sgombri, salmone rosso, tonno, latte e derivati.

Ad esempio chi segue una dieta vegana spesso può essere carente della vitamina B12; in questo caso è consigliabile assumere degli integratori.

Acido folico

La vitamina B12è forse la più importante per l’organismo, perchè favorisce la stabilità dei globuli rossi e partecipa alle attività del sistema nervoso. Oltre a questo aiuta a metabolizzare l’acido folico.

Come abbiamo detto è molto utile, e spesso va integrata adeguatamente se ci sono carenze; nel caso dei vegani infatti mancano alimenti come pesce, carne, uova e prodotti lattiero-caseari.

Se la vitamina B12 manca per periodi troppo lunghi può portare all’anemia; questa patologia porta dei sintomi come stanchezza, spossatezza e battito accelerato. Possono anche insorgere delle patologie gastro-intestinali, a causa del malassorbimento intestinale. Pensiamo al morbo di Crohn, alla celiachia, diabete e gastrite.

Spesso le funzioni della vitamina B12 e delle altre vitamine del gruppo B vengono a mancare, anche perchè normalmente non si pensa magari a mantenere una dieta equilibrata e costante.

I disordini alimentari e lo stress prolungato possono avere delle conseguenze più o meno gravi per il nostro organismo. Per questo è importante fare sempre attenzione anche ai sintomi che vi abbiamo elencato nei paragrafi precedenti.