Tette delle monache per celiaci

Tette delle monache per celiaci

Dolci pugliesi che ricordano il seno della donna fatti di pan di spagna e crema al limone

Rinunciare al glutine, non al gusto, dovrebbe essere il motto di tutte le persone che soffrono di celiachia, grave intolleranza al glutine.

Ai soggetti affetti da celiachia , basta ingerire la minima traccia di glutine per avvertirne la reazione tossica.

Una dieta totalmente priva di glutine seguita molto rigorosamente e per tutta la vita è dunque l’unica terapia che garantisce al celiaco un buon stato di salute. Ciò costituisce un impegno costante dal punto di vista dell’alimentazione, ma non deve essere motivo di rinuncia al gusto e alla creatività in cucina.

E di gusto i dolcetti di origine pugliese, definiti tette delle monache, per la loro forma, che ricorda quella del seno di una donna, ne hanno tanto.

Sono dei dolcetti morbidissimi di pan di spagna, che vengono farciti a piacere con delicata crema diplomatica o al limone o chantilly e alla fine spolverizzati di zucchero a velo.

Per poter essere gustati in tutta tranquillità  anche dai celiaci, è indispensabile sostituire la farina 00, necessaria a preparare la ricetta, con il preparato senza glutine prodotto appositamente dalle fabbriche alimentari per gli intolleranti, così che anche loro possano gustare una chicca della pasticceria regionale italiana.

TETTE DELLE MONACHE