Tempura giapponese fatta in casa

Tempura giapponese fatta in casa

La cucina giapponese ha ormai conquistato il cuore degli italiani. Quando si ha voglia di gustare cibo internazionale, i ristoranti nipponici sono sicuramente tra i più gettonati. Ma per gustare un buon piatto giapponese non è necessario andare per forza a cena fuori. Alcune ricette, infatti, possono tranquillamente essere riprodotte in casa, senza grandi difficoltà.

Tra i piatti giapponesi che possiamo preparare nella nostra cucina c’è la tempura, ovvero una frittura mista realizzata con una pastella molto leggera, ottenuta con una tecnica particolare. I gamberi e le verdure vengono tuffati prima nella pastella ghiacciata e poi nell’olio bollente: questa escursione termica dona croccantezza e maggiore leggerezza alla frittura.
Preparazione
Lavate le zucchine e tagliatele a fettine.

Lavate, pelate e riducete a bastoncini le carote. Pulite i funghi e tagliateli a fettine spesse circa 3 mm, cercando di mantenerne la forma. Private i gamberi della testa, delle zampette e dei carapaci, lasciando l’estremità con la coda. Eliminate il filetto nero e asciugateli bene.
Prendete un contenitore di metallo e immergetelo in una ciotola più grande contenente del ghiaccio: in questo modo la pastella che preparate all’interno si manterrà sempre fredda.

Sbattete bene il tuorlo e incorporate l’acqua gassata gelata, aggiungete la farina setacciata e mescolate non troppo a lungo, in modo che l’impasto non risulti colloso. Non importa se ci sono dei grumi.
Scaldate dell’olio in un wok e portatelo a 180°C. Immergete le verdure e i gamberi nella pastella e friggeteli fino a quando saranno dorati in maniera uniforme.
Adagiate la tempura su della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e servite accompagnandola con la salsina apposita o con la salsa di soia.
Ingredienti:
200 ml di acqua gassata
100 g di farina
1 tuorlo
carote
zucchine
funghi champignon
olio per friggere