Taralli pugliesi di Pasqua

Taralli pugliesi di Pasqua

In Puglia, ma anche in altre regioni d’Italia, si preparano i taralli di Pasqua. Si tratta della versione dolce dei classici taralli, realizzati con una golosa glassa allo zucchero. Prepararli è davvero molto semplice.
Preparazione
Disponete la farina nella classica forma a fontana, fate un buco al centro e versateci le uova, zucchero, olio e il liquore. Lavorate bene e a lungo l’impasto, poi lasciatelo riposare per mezzora a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo necessario, riprendete l’impasto, ricavate i vostri taralli, che dovranno avere una forma simile a delle ciambelline, e cuoceteli in acqua bollente. Quando salgono a galla, scolateli e adagiateli su un panno pulito. Lasciateli asciugare per una notte.
Il giorno dopo sistemateli su una teglia foderata con della carta da forno e cuoceteli a 200° per 15-20 minuti (forno già caldo). Poi lasciateli raffreddare.
Nel frattempo preparate la glassa: montate a neve gli albumi e incorporate lentamente, sempre mescolando, lo zucchero a velo setacciato. Tuffate i taralli nella glassa, in modo da ricoprirli in maniera uniforme. Lasciateli asciugare.
Ingredienti
600 g di farina
150 g di zucchero
100 g di olio extravergine d’oliva
30 g di liquore (d’anice o rum)
4 uova + 2 albumi