Taralli e ravioli dolci

Taralli e ravioli dolci

Taralli dolci sia bianchi che al cacao profumati alla mandorla con farina di mandorle ed anacardi tostati spolverati di zucchero a velo.

Ricetta di questi buonissimi finger food dolci ( taralli dolci )

Ingredienti:

350 g di farina 00

50 g di fecola di patate

100 g di farina di mandorle ( frullate le mandorle con un cucchiaio di zucchero a velo )

Due bustine di vainiglia

Buccia di un arancio grattugiato

200 g di margarina ( o burro )

Un uovo ( mezza tazzina di latte aggiunto poco alla volta )

Una fialetta di aroma mandorle

Un pizzico di sale

Se volete sulla superficie mandorle 4 ( a me mancavano )

Mezza busta di lievito x dolci

Un cucchiaino raso d’ammoniaca x dolci

Occorre bilancia per pesarli con questa ricetta si realizzano 32 o 33 taralli di circa 45 g ognuno

Leccarda forno foderata di carta forno

Cacao 30 g

Un cucchiaio di zucchero a velo

Procedimento:

Forno preriscaldato a 180 statico o ventilato

I biscotti una volta realizzati vanno infornati nel centro del ripiano forno x 20 di min totali fate sempre attenzione al vostro forno sotto cuocere x 10 min ,poi fate dorare sopra devono essere ambrati ,dorati

In una ciotola capiente sabbiate il burro con la farina,sui bordi il lievito poi nel centro inserite lo zucchero l’uovo ed il resto dei componenti solo il cucchiaino di ammoniaca scioglietelo nel latte di mezza tazzina ,dovete ottenere un bel panetto di frolla che farete riposare in frigo minimo un oretta avvolto nella carta forno

Poi vedi foto ricavate delle palline di g45 totale 32 o 33

Una alla volta stendetela a salamino con delicatezza circa 25 cm piegatelo in due a forma di treccia è giratelo a cerchio formando un tarallo fate così con gl’altri ,teneteli un po’ distanziati tra loro in cottura crescono è possono attaccarsi per non far perdere la bella forma vi suggerisco questa chicca ,alla fine prima di infornare spennellate con un tuorlo e latte la superficie se si vuole inserire le mandorle per non farle cadere in cottura pressate leggermente,se no lasciate stare va bene lo stesso vi garantisco che sono belli da vedere è mangiare,se volete farli anche al cacao come ho fatto io dopo dividere il panetto in due ad uno inserire il cacao 30 g è un cucchiaio di zucchero a velo colmò così avete i taralli in due gusti fate attenzione appena cotti lasciateli prima raffreddare nella leccarda prima di cospargere di zucchero a velo rischiano di rompersi quando sono caldi

Una chicca in più potete sciogliere del cioccolato fuso ed immergere metà tarallo nel cioccolato cospargendo la superficie con granella di mandorle tostate.

RAVIOLI CASERECCI FRITTI

ingredienti per la pasta ( per circa 50 ravioli ) :

500 gr. di farina , 3 uova intere , acqua q.b.

ingredienti per la farcitura :

500 gr. di ricotta , 1 uovo intero , 200 gr. di formaggi misti ( parmigiano , pecorino , caciocavallo ) , prezzemolo , noce moscata , pepe , 100 gr. di salame napoli

per la frittura :

olio di semi q.b. , tuorlo d’uovo q.b. , pangrattato q.b.

procedimento :

miscelare la farina con le uova aggiungendo acqua quanto basta per ottenere un panetto compatto e mettere a riposo per 30 minuti , intanto miscelare la ricotta con l’uovo , aggiungerci i formaggi grattugiati , il prezzemolo tritato , la noce moscata e il pepe , amalgamare bene il composto e dividere in due metà , in una metà aggiungere il salame tagliuzzato finemente e tenere da parte .

col mattarello o con la macchina per la pasta a spessore 5 ( 2-3 mm. ) ricavare delle strisce di pasta , su una porre delle palline di farcitura , sovrapporre quindi alla prima striscia un’altra e con le mani compattare gli spazi fra un raviolo e l’altro , con lo stampino pressare i contorni della farcitura e formare i ravioli ( ho usato due stampini di forma diversa per riconoscere quelli col salame e quelli senza ) sistemare i ravioli freschi su un canovaccio infarinato ad asciugare e coprirli con un altro canovaccio per 3-4 ore prima di cuocerli

passare i ravioli da friggere prima nel tuorlo d’uovo , poi nel pangrattato e metterli su della carta assorbente , dopodichè friggerli 3-4 per volta nell’olio ben caldo il tempo giusto che diventino di un bel colore bronzato , si possono mangiare anche solo fritti , oppure condirli con un classico buon sugo di pomodoro e una spolverata di formaggio