Spinaci cosa contengono, dove si trovano e perché fanno bene

Spinaci cosa contengono, dove si trovano e perché fanno bene

Spinaci perché fanno bene

Parlando di spinaci di certo tutti ricorderemo l’amore che Braccio di Ferro aveva per questa verdura; e il buon vecchio marinaio aveva un’ottima ragione per mangiare tutti quelli spinaci, essi infatti fanno davvero bene alla nostra salute. Vediamo dunque quali sono questi benefici che un’alimentazione ricca di spinaci può regalarci.

Innanzitutto, lo spinacio è un alimento che mai dovrebbe mancare nella dieta di un diabetico. Solo un piatto di questa verdura contiene il 40% della dose giornaliera raccomandata di magnesio, che può aiutare a regolare gli zuccheri nel sangue. La foglia verde degli spinaci contiene inoltre l’acido alfa-lipoico antiossidante, che abbassa i livelli di glucosio e aumenta la sensibilità all’insulina.

Grazie al suo basso indice glicemico, un diabetico che consuma regolarmente spinaci è molto più protetto da improvvisi picchi di zucchero nel sangue. Questo alimento, però è anche un ottimo metodo per prevenirlo il diabete. Alcuni  ricercatori in Inghilterra hanno infatti scoperto che mangiare 1,15 porzioni (un po ‘più di una tazza) di spinaci ogni giorno può ridurre il rischio di diabete di tipo 2 del 14 per cento.

Aumentare il consumo di spinaci, non solo vi aiuterà a tenere a bada o addirittura a prevenire il diabete, ma anche a prevenire il cancro. Insieme a verdure a foglia verde come cavoli, lattuga e bietole, gli spinaci contengono carotenoidi,  che vanno ad agire come antiossidanti per eliminare radicali liberi potenzialmente pericolosi.

Secondo uno studio condotto dall’ American Institute of Cancer Research, gli alimenti con carotenoidi possono aiutare a prevenire il cancro della bocca, della faringe e della laringe.

Gli spinaci hanno anche la proprietà di abbassare la pressione sanguignain quanto essi sono ricchi di potassio, acido folico e magnesio. Una corretta assunzione di spinaci, contribuisce anche a mantenere in salute le nostre ossa. Essi infatti donano al nostro organismo un buon apporto di vitamina K, indispensabile per la salute delle ossa. Bassi livelli di vitamina K sono infatti associati ad un maggiore rischio di fratture ossee.

Visto che gli spinaci sono anche ricchi di fibre e di acqua, ci aiutano notevolmente a prevenire la stitichezza ed a mantenere un tratto digestivo sano. Questa verdura ha anche dei notevoli benefici per pelle e capelli. Gli spinaci contengono infatti molta vitamina A che serve per far crescere forti e robusti sia i capelli che che i tessuti come la pelle. Negli spinaci come in altre verdure a foglia, è presente anche la vitamina C, indispensabile per la creazione del collagene che fornisce struttura sia alla pelle che ai capelli.

Spinaci quando si coltivano

Lo spinacio è una pianta pianta a crescita rapida, produce molte foglie in breve tempo ed è adatto per essere piantato durante climi miti, come l’autunno o la primavera. Gli spinaci crescono più rapidamente in terreni ben drenati ricchi di materia organica come ad esempio il letame, e con un pH compreso tra 6,5 ​​e 7.

Per far crescere gli spinaci due volte l’anno, piantateli circa 4 o 6 settimane prima dell’ultimo gelo il primavera, e ancora da 6 a 8 settimane prima del primo gelo in autunno. Distanziate le piante tra di loro di almeno 30 cm. Questo spazio servirà successivamente alle piante per raggiungere la piena dimensione.

Un metodo facile per coltivare gli spinaci, è quello di piantarli in dei vasi riempiti con del terriccio di alta qualità. che permetterà alle radici di crescere sane e forti.

Per quanto riguarda il clima, gli spinaci lo preferiscono fresco e ventilato; inoltre sono in grado di resistere anche alle gelate invernali. Non sopportano invece la siccità e non vanno mai esposti alla luce del sole diretta. Innaffiateli soltanto quando il terreno è asciutto ed evitate il più possibile i ristagni d’acqua.

Spinaci, quando mangiarli

Oltre a tutte le proprietà che vi abbiamo elencato pocanzi, gli spinaci possono essere consumati anche nelle diete dimagranti. Innanzitutto perché questo tipo di vegetali ha il potere di regalare un particolare senso di sazietà a chi se ne nutre, grazie alla presenza dei tilacoidi. Uno studio condotto in Svezia dalla  Lund University, ha infatti dimostrato come queste sostanze siano in grado di stimolare la secrezioni di ormoni ad effetto saziante come ad esempio la colecistochinina o la leptina.  Ecco perché mangiare molti spinaci riduce notevolmente l’appetito e dona anche un senso di sazietà.

Spinaci sono digeribili

Lo spinacio è uno degli alimenti più facile da digerire quindi possono essere consumati più o meno da tutti. Le persone però che soffrono di osteoporosi o di calcoli di calcoli renali, dovrebbero assumerne in quantità moderata in quanto contengono acido ossalico; ed è proprio quest’acido che l’accumulo dei fastidiosi “sassolini” ovvero dei sali minerali nei reni. L’acido ossalico rallenta anche la guarigione in caso di fratture.

Anche chi assume farmaci anticoagulanti dovrebbe fare attenzione agli spinaci, perché essi contengono la vitamina K1 che appunto interviene nella coagulazione del sangue. A causa del loro effetto lassativo, questa verdura è anche sconsigliata per le persone che soffrono di colite. C’è infatti il rischio che l’intestino si irriti e che ciò vada a provocare gonfiore e dolore.

Anche coloro che risultano essere intolleranti al nikel dovrebbero fare particolarmente attenzione a questo alimento, perché presente in esso. In gravidanza è meglio consumare gli spinaci cotti poiché con quelli crudi vi è il possibile rischio di contrarre la toxoplasmosi. Per finire vi ricordiamo che gli spinaci sono controindicati anche per chi soffre di malattie epatiche o presenta dei problemi al fegato.

 

Spinaci per cena

Gli spinaci sono un ingrediente davvero versatile, con cui potrete cucinare delle gustosissime ricette, vediamone qualche esempio. La  ricetta che vi proponiamo è cannelloni ricotta e spinaci. Gli ingredienti per realizzare 8 cannelloni sono: 450 grammi di spinaci, uno spicchio d’aglio, un pizzico di noce moscata in polvere, 300 grammi di ricotta vaccina, 15 grammi di olio extravergine, 2 uova medie, pepe nero qb, sale fino qu e per finire 100 grami di parmigiano reggiano grattugiato.

Gli ingredienti per la besciamella invece sono: un litro di latte intero, farina 00 100 grammi, un pizzico di sale fino, 100 grammi di burro, noce moscata quanto basta e pepe nero quanto basta.

Per prima cosa iniziate a preparare la pasta all’uovo. Versate la farina dentro ad una ciotola, tenendone da parte 50 grammi. Aggiungete le uova che avrete sbattuto precedentemente e lavorate l’impasto fino a che tutti gli ingredienti si saranno amalgamati.

Fatto ciò, trasferite l’impasto su una spianatoia e continuate a lavorarlo, aggiungendo la farina che avete tenuto da parte. Dovrete ottenere un composto liscio, omogeneo, sodo ed elastico. Dategli poi una forma sferica. A questo punto avvolgetelo in con della pellicola e lasciate che si riposi per un’ora circa in un luogo fresco e asciutto.

Intanto che la pasta riposa, passate agli spinaci. Versate dell’olio in un tegame, aggiungeteci dell’aglio e dopo che si sarò imbiondito toglietelo. Versate adesso gli spinaci ben lavati e scolati, e lasciateli cuocere coperti per circa 5 minuti, finché non saranno ben appassiti. Una volta che saranno cotti, voi lasciateli intiepidire e nel frattempo andate ad occuparvi delle besciamella.

Per prima cosa dovrete scaldare il latte, dopodiché versate il burro in un latro tegame e lasciate che fonda completamente. Adesso potete aggiungere la farina setacciata, e mescolate velocemente. Dopo un paio di minuti otterrete un composto color nocciola. Andate a togliere il latte dal fuoco, e unitelo al composto. Mescolate di continuo, e aggiungete un pizzico di sale, del pepe e della noce moscata per dare più sapore alla besciamella.

Adesso gli spinaci saranno ormai freddi quindi trasferiteli su un tagliere e tritateli. Versateli in una ciotola capiente e unite anche la ricotta. Dopo aver mescolato bene con una forchetta, potete aggiungere anche le uova. Salate pepate, mettete un po di noce moscata e mescolate tutto quanto.

Adesso è arrivato il momento di trasferire il composto dentro ad una sac a poche, e di riporlo in frigorifero fino al momento dell’utilizzo. Prendete in mano di nuovo il vostro panetto di pasta all’uovo e dividetelo in 2. Tirate ogni parte di impasto con la macchina sfogliatrice fino al numero 8 (22-23), in modo da ottenere una sfoglia spessa circa 2 mm.  Nel caso non aveste la macchina stendete la pasta a mano con il mattarello con un po’ di farina sopra.

Formate dei rettangolini, per le dimensioni tenete sempre conto della grandezza della vostra teglia. Appena avrete ottenuto tutti i rettangolini, scottateli uno per volta in acqua bollente per un minuto circa.  Trasferiteli poi su di un vassoio con sopra un panno da cucina, e  Ponete al centro della sfoglia di pasta circa 100 gr di ripieno con la sac a poche.

Arrotolate adesso la pasta su se stessa come a formare dei piccoli cilindri. Stendete 2 cucchiai abbondanti di besciamella in una pirofila e posizionatevi sopra i vostri cannelloni. Ricopriteli dunque con la besciamella rimasta e infornateli a forno statico a 200° per circa 20 o 25 minuti.

Azionate poi la modalità grill e cuoceteli per altri 5 minuti, dovrete ottenere una crosticina dorata. Adesso i vostri cannelloni agli spinaci sono pronti per essere serviti a tavola.