Seitan, alimento altamente proteico come la carne

Seitan, alimento altamente proteico come la carne

Il seitan è un alimento alternativo alla carne nelle diete vegetariane e vegane. Ma cos’è, nello specifico, il seitan? Quali sono le sue caratteristiche nutrizionali? Che sapore ha? Facciamo un po’ di chiarezza.
Il seitan viene da lontano, precisamente dalla cucina giapponese, dove, in origine, era noto con il nome di kofu, ovvero “glutine di grano”. Successivamente è diventato “seitan”, che vuol dire “È proteina”.
Seitan: come si fa
Questo alimento si ottiene estraendo il glutine dalla farina di frumento con l’acqua, poi si impasta e lo si fa bollire nell’acqua con la salsa di soia, l’alga kombu e altri aromi, come cipolla, sedano, carota, aglio, zenzero, rosmarino, salvia e pepe. Si può fare anche in casa, a patto che si abbiano gli ingredienti giusti e si conosca il procedimento.
Seitan caratteristiche
Il seitan è un alimento altamente proteico (18% di proteine vegetali) e povero di grassi (1,5%), caratteristiche nutrizionali che lo rendono un valido sostituto della carne e degli alimenti di origine animale. In 100 grammi di prodotto sono contenute circa 120 calorie, l’equivalente della carne. A differenza di quello che si pensava in passato, non è un alimento che fa ingrassare, ma è necessario consumarlo in dosi giuste, cioè non più di due volte a settimana.
Di aspetto simile alla carne, la sua consistenza è però più morbida e gommosa. Ha un sapore abbastanza delicato ma varia a seconda degli aromi con cui è stato preparato. Con il seitan si realizzano salsicce, bistecche, wurstel, ma è possibile trovarlo anche al naturale. È sempre presente nei negozi biologici, ma ormai lo si può acquistare anche nei comuni supermercati.
Essendo un alimento ricavato dal glutine, non è adatto ai celiaci.