Running: ecco il  piano alimentare giusto da seguire

Running: ecco il piano alimentare giusto da seguire

Il running è una disciplina sportiva aerobica, ad intensità di lavoro medio-alta, in cui il muscolo sfrutta l’ossigeno per ricavare energia, principalmente dalla scomposizione di carboidrati e lipidi. Una sessione di allenamento in questo sport di resistenza consuma un elevato numero di calorie, tra le 500 e le 700 Kcal all’ora.
L’alimentazione ha il ruolo di soddisfare il fabbisogno energetico del runner, fornendo i macronutrienti necessari nella giusta quantità e proporzione, e portare così al massimo l’efficienza muscolare.

CARBOIDRATI
Da preferire quelli complessi come pasta, pane e cereali integrali, perché stabilizzano la glicemia e aumentano il glicogeno muscolare, che il muscolo poi trasformerà in energia. Da evitare gli zuccheri semplici tipici dei dolci

GRASSI
La loro importanza energetica è fondamentale, perché sono rapidamente utilizzati dal muscolo durante lo sforzo, alle medie intensità. Da preferire quelli a catena corta, che si trovano negli olii e nei frutti oleosi (noci, nocciole, pistacchi, mandorle…)
Altro aspetto da non sottovalutare sono gli acidi grassi essenziali (linoleico e Omega 3) che proteggono il sistema cardiovascolare e soprattutto il sistema osteoarticolare, particolarmente sottoposto a sollecitazioni nel running e perciò più a rischio di infiammazioni

PROTEINE
Sono meno coinvolte a livello energetico ma sono indispensabili per l’accrescimento della massa muscolare e sostengono i sistemi immunitario, endocrino, nervoso e digerente. Un runner professionista ha bisogno di 1,3-1,5 g di proteine per chilo di peso corporeo: si possono distribuire in 3 porzioni tra colazione, pranzo e cena e assumere anche sotto forma di integratori .

Post Fb scritto dalla dott.ssa Nutrizionista Rita Rotili