Rocciata Umbra: dolce di Ognissanti tipica di Foligno

Rocciata Umbra: dolce di Ognissanti tipica di Foligno

La Rocciata, un dolce tipico del Folignate che si prepara per la festa di Ognisanti. Il 1 Novembre , infatti, è tradizione in Umbria (ma anche nelle Marche) preparare questo buonissimo dolce dall’aspetto e dal sapore autunnale. La cannella e l’uva passerina ricordano i vecchi camini accesi e le merenda con la nonna.

Rocciata come si fa


Ingredienti:
Farina q.b.
1tazzina di olio EVO
1 tazzina di vino bianco
1 tazzina di Alchermes
1 tazzina di acqua (scaldare con 4/5 cucchiai di zucchero e fare uno sciroppetto).

Impastare e far riposare due ore, tirare la sfoglia in modo sottilissimo, circa 1millimetro.
Per il riempimento:
4/5 mele
2, 50 hg. di noci
2 hg. uva passerina
un pacchetto di fichi secchi
un limone
anice
cannella
cacao amaro
zucchero

Tagliare a pezzetti le mele ,ritare le noci abbastanza finemente,ammollare l’uvetta e strizzarla .

Spezzettare i fichi secchi: mettere tutto in una ciotola, unire l’ anice e la cannella a piacere.Raschiare la scorsa del limone e spremere parte del succo (qualche spruzzata).Mettere 6 cucchiai di zucchero e mescolare.
Ora ungere con le mani tutta la superficie della sfoglia con l’olio EVO e spargere sopra con le mani due manciate di cacao amaro (deve venire completamente nera e il cacao si attaccherà all’olio) e una manciata di zucchero. Mettere sopra il composto di frutta fino ad un paio di cm. dal bordo. Versare qualche goccia di olio EVO e di Alchermes. Arrotolare su se stessa con una tovaglia ( io lo faccio senza) e cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 20 / 25 minuti. La cottura si vede dal fondo alzandolo con una paletta deve risultare bello sodo. Guarnire con Alchermes e zucchero a velo. Dimenticavo di dire che la dose è per due Rocciate.

Rocciata con fichi secchi

 Ingredienti per la sfoglia:
300 g di farina 00
1 uovo grande
70 g di olio EVO
Acqua a temperatura ambiente q.b.
Un pizzico di sale

Per la farcitura:
400 g di mele
120 g di uvette
70 g di pinoli
150 g di fichi secchi morbidi
100 g di mandorle
50 g di zucchero semolato
20 g di cacao amaro
Vin santo
Il succo di mezzo limone

Per la decorazione:
Alchermes
Zucchero a velo

Preparazione
Per la sfoglia:
In una planetaria setacciate la farina, aggiungete l’uovo, l’olio e un pizzico di sale.
Azionate la planetaria in cui avrete inserito il gancio a foglia e lasciatela in azione per qualche minuto.
Aggiungete gradualmente l’acqua fino a quando otterrete un composto elastico e liscio.
Una volta pronto, toglietelo dalla planetaria e lavoratelo per qualche minuto con le mani.

Per la farcitura:
Mettete in ammollo l’uvetta nel Vin santo per mezz’ora.
Affettate i fichi secchi; macinate grossolanamente le mandorle e le noci.
Tagliate le mele a fettine sottili e bagnatele sia con il succo di limone che con il vin santo.
In una ciotola riunite le mele, le mandorle, le noci, i pinoli, l’uvetta, i fichi secchi, lo zucchero semolato e un pizzico di cannella.

Stendete la sfoglia dandole una forma rettangolare.
Spolveratela di cacao amaro lasciando liberi i bordi.
Disponete la farcitura sulla sfoglia non riempiendo però i bordi.
Arrotolate e mettete il dolce all’interno di una teglia rotonda dandogli la forma di una chiocciola.
Mettete il dolce a cuocere per circa 40 minuti a 180°C.
Una volta cotto e raffreddato, bagnatelo con dell’Alchermes e spolveratelo con dello zucchero a velo.