Riso basmati cottura

Riso basmati cottura

Il riso basmati è una tipologia di riso coltivata in India e Pakistan e viene solitamente utilizzato nella realizzazione di ricette appartenenti alla cucina orientale. Noi siamo soliti cucinare il riso insieme agli altri ingredienti, in questi Paesi, invece, il riso si prepara a parte e si condisce in un secondo momento, oppure lo si serve come una sorta di contorno per altre pietanze.

La cottura del riso basmati è piuttosto semplice, ma bisogna seguire alcune regole. Esistono due metodi: uno un po’ più lungo e un altro più veloce. Partiamo da quello più articolato.
Dopo aver controllato il riso, in modo tale da essere certi dell’assenza di impurità, procedete col misurarne il volume con una tazza o con un bicchiere graduato da cucina. Mettete il riso in una ciotola e lavatelo sotto l’acqua corrente, rimestandolo più volte con la mano. Ripetete questa operazione fino a quando l’acqua non risulterà quasi limpida. Mettetelo in ammollo in abbondante acqua pulita per almeno 20 minuti. Trascorso il tempo necessario, scolate il riso e lasciatelo nel colino fino al momento della cottura.

La parte più difficile della cottura del riso basmati consiste nell’utilizzare la giusta quantità di acqua, che non deve essere né troppa né troppo poca. Lo capirete man mano che prenderete più confidenza con questo tipo di riso. Generalmente, si utilizza questa tecnica: una tazza e mezza di acqua per ogni tazza di riso misurato prima di lavarlo. Portate l’acqua salata a bollore, versate il riso, alzate la fiamma e aspettate che riprenda il bollore. A quel punto riabbassate al minimo, unite un cucchiaio di olio, chiudete (non del tutto) con un coperchio e lasciate cuocere per 10 minuti. Poi spegnete la fiamme e lasciate riposare il riso per 10 minuti, senza togliere il coperchio. Infine, sgranate il riso con una forchetta.

Oppure, più semplicemente, e questo è il metodo più veloce, fate cuocere il riso, dopo averlo sciacquato per alcuni minuti in acqua fredda, in una quantità di acqua pari al doppio del suo peso.

Quando l’acqua arriverà a bollore, versate il riso, fate riprendere l’ebollizione, abbassate la fiamma e proseguite la cottura con coperchio finché l’acqua non sarà stata completamente assorbita. A quel punto, spegnete e lasciate riposare. Trasferite il riso su un piatto, sgranatelo e lasciatelo riposare.