Riciclare i cibi congelandoli: come evitare gli sprechi

Come smatire i cibi dopo le feste./Dopo le feste e le abbuffate che ne concerne, è arrivato il momento di tornare in equilibrio! Prepariamo , dunque, pietanze fresche più leggere e congeliamo nel nostro freezer i piatti tradizionali preparati per le feste che andranno scongelati tra qualche domenica.

COSA SIGNIFICA CONGELARE: congelare un alimento consiste nel portarlo gradualmente ad una temperatura di -18 °C nel normale freezer di casa. Non è paragonabile ad un processo industriale rapido come il surgelamento, ma è quanto di meglio possiamo fare a casa, e con alcuni accorgimenti, sarà un ottimo sistema di conservazione.

NORME IGIENICHE per CONGELARE CON SUCCESSO

Per preservare al meglio sapore e valori nutrizionali del cibo e allo stesso tempo salvaguardare la salute. 
Accertarsi di avere un freezer idoneo, a 2 o 3 stelle: deve essere capace di congelare a – 18°.
Tagliare a fette i cibi grossi (2 -2,5 cm massimo), come l’arrosto di Capodanno per esempio, affinché si raffreddino in tempi più brevi. Lavare, mondare e asciugare bene i cibi freschi. Ridurre in pezzi più piccoli le verdure più voluminose.
Circa i cibi cotti, ricordare che anche se contengono alcuni ingredienti precedentemente scongelati, sarà possibile congelarli una seconda volta (dopo la cottura).
Confezionare il cibo utilizzando appositi materiali, tra cui fogli e/o contenitori di alluminio, plastica o sempre meglio, il buon vecchio vetro, sul quale ancora non ci sono testimonianze di rilascio di sostanze tossiche in ciò che contiene.
Posizionare il contenitore a contatto con le pareti laterali per velocizzare il processo di congelamento, che più rapido è e meglio preserverà freschezza e qualità.
Lasciare un po’ di spazio tra un pacchetto e l’altro in modo che l’aria fredda possa sempre circolare.
Non congelare il cibo tutto insieme riempendo tutto il vano, perché il freezer non riuscirà a tenere la temperatura ed il congelamento sarà molto lento.
Etichettare e datare i pacchetti in maniera tale da ricordare anche la scadenza, poiché il congelamento ha dei limiti di sicurezza. Per la pasta ripiena di Natale per esempio, sarà utile non far passare più di tre mesi.

Come scongelare bene i cibi

NORME IGIENICHE per SCONGELARE CON SUCCESSO, per minimizzare la proliferazione di microrganismi pericolosi.
Lo scongelamento deve avvenire in frigorifero e non a temperatura ambiente, poiché già dai 2°C alcuni batteri sono in grado di ricominciare a proliferare. Poiché lo scongelamento prenderà molte ore, calcolare bene i tempi.
Per chi fosse fornito di microonde, anche con questo sarà facile e sicuro scongelare i nostri avanzi natalizi.
Altra possibilità, non meno idonea, sarà infine quella di passare i cibi direttamente dal freezer alla padella o al forno.

Spero che alla fine di tutte queste indicazioni sia chiara la mia intenzione: farvi SMETTERE DI MANGIARE GLI AVANZI!!!!