Ricette macrobiotiche : dal primo al dolce

Ricette macrobiotiche : dal primo al dolce

Orzotto decorticaro con crema di zafferano e alghe arame

Ho cotto l’orzo per assorbimento, rapporto 1:2 come sempre. A parte ho tritato molto finemente una grossa cipolla, fatto un leggero soffritto con poco olio, acqua e sale. Dopo 2 minuti aggiunto una manciata di alghe arame (ammollata per30 minuti) + acqua di ammollo. Ho cotto tutto per 20 minuti. A parte ho lasciato in ammollo lo zafferano in pistili in 1/2 bicchiere di latte di soia tiepido, per circa 30 minuti. Aggiunto alle alghe e cotto senza coperchio per ridurre liquido. Quando è ancora bello umido ho aggiunto l’orzo cotto, mantecato per un paio di minuti.

Polenta integrale biologica

io avevo in casa un pacchetto di quella integrale biologica e…istantanea….devo dire che e’davvero buona! ( mi perdonino coloro che usano la polenta tradizionale con cottura lunghissima Fagioli borlotti freschi cotti nella pentola di coccio con un trito di cipolla aglio carota sedano e alloro, fatti consumare in brodo vegetale, durante la cottura ho aggiunto due manciate di lenticchie rosse per dare la cremosita’. Fatti cuocere moooolto lentamente, gustosisssssimi! Cipolle di tropea al forno con pochissimo olio, idem la zucca okkaido alla quale ho aggiunto aglio tritato. Infine ho cotto al vapore le cime di rapa che domani utilizzero’nella pasta
le ho aggiunte al piatto per dare un colore in piu’.

Zuppa di miglio e lenticchie rosse alle verdure dolci

Ricetta toccasana per corpo ed emozioni.

Laviamo accuratamente una tazza di miglio sotto l’acqua corrente così da eliminare tutte le impurità;
Facciamo lo stesso con mezza tazza di lenticchie rosse;
Adagiamo il cereale ed il legume in una pentola capiente;
Tagliamo finemente la carota e la cipolla rossa che avremo precedentemente pulito;
Adagiamo le verdure nella pentola insieme a miglio e lenticchie rosse;
Prendiamo un pezzetto di alga kombu e strofiniamola leggermente con un panno pulito, quindi adagiamola nella padella;
Uniamo tre tazze d’acqua fresca;
Aggiungiamo un pizzico di sale ed un filo d’olio;
Chiudiamo con il coperchio ed accendiamo la fiamma;
Portiamo a bollore, abbassiamo la fiamma e poniamo sul fuoco uno spargifiamma (stando attenti a non scottarci);
Facciamo cuocere per assorbimento per circa venti di minuti.
La zuppa è pronta

Porrige in padella

Se c’è una cosa che adoro è il profumo del porridge appena pronto…quando si avvicinano le temperature autunnali in particolare, trovo che sia un cibo confortante!
Le dosi precise non ve le so dire, faccio ad occhio, comunque ho cotto i fiocchi d’avena nel latte vegetale (a scelta) mescolando spesso e aggiungendo il liquido fino a creare una crema morbida.
Lo preparo generalmente la sera prima perché al mattino ho poco tempo.
In un bicchierino metto in ammollo poca uvetta, bacche di goji, semi di lino e di chia; domani mattina non devo far altro che unire la frutta secca ed i semi al porridge e nella mia variante più golosa – perdonatemi la debolezza – cospargere con scaglie di cocco rapè.

Treccia russa

Ingredienti:
150gr licoli
Scorza di 1 limone
1pizzico di sale marino integrale
1pizzico vaniglia in polvere
1 pizzico di curcuma
150gr latte di avena
55gr di olio di mais spremuto a freddo bio
100-120 gr datteri
450 gr farina semintegrale tipo 2
Per la farcia:
Malto di riso q.b
Crema di mandorle al100% bío (circa 2 cucchiai) Ognuno può farcirla come meglio preferisce(marmellata con noci, crema pasticcera macro, mele cotte e cannella etc..!)
Ho tritato i datteri al naturale nel latte e olio con minipimer, ho unito tutti gli ingredienti dell’impasto e amalgamato per bene, poi farina( regolatevi se è troppo molle, l’impasto deve essere morbido non duro). Impasta fino a che non si attacca alle mani. Stendi col mattarello fino ad avere una forma di rettangolo alto circa 5mm, far colare sopra un cucchiaio di malto e spalmarlo su tutta la superficie e sopra la crema di mandorle. Avvolgi e forma un cilindro. Per formare la treccia russa consiglio e vi invito a cercare sul web i giusti passaggi perché a spiegarlo non è facile senza foto della mia preparazione 😫fai lievitare su stampo plumcake per circa 6 ore ore, io in forno spento con luce accesa. Cuocere a 180° per40minuti, fare la prova stecchino.

Pasta base

200 gr di farina tipo 2
1 C di aceto di mele
100 gr di acqua con dentro sciolto mezzo c di sale marino integrale
50 gr di olio evo
Ho sciolto l’acqua nel sale poi ho aggiunto olio e aceto e mescolato. Poi ho aggiunto la farina. Visto che l’impasto mi rimaneva troppo morbido e sciolto ho aggiunto altri 50 gr di farina di farro dicocco.
Messo a riposare in frigo.
Per il ripieno:
Intanto ho preparato le verdure a occhio per il ripieno: spinaci e bietoline in padella unta con olio e uno spicco di aglio.
Ho aspettato si freddassero, acceso il forno a 180, steso la pasta in due dischi/quadrati, farcito, chiuso e via nel forno.
Una ventata di gratitudine in una serata difficile che ha preso però una bella piega

Crumble di mele

Ingredienti:
1/2 tazza farina di riso integrale
1/2 tazza farina di farro integrale
3 cucchiai di fiocchi di mais integrale
3 cucchiai di fiocchi di farro integrale
2 cucchiai di fiocchi di avena piccoli
1/3 tazza olio vegetale bio (mais, evo leggero, girasole)
3 cucchiai di malto
5 mele
cannella e piacere
1/2 limone biologico succo
1 limone biologico scorza grattugiata
una manciata abbondante di uvetta
40g nocciole
40g mandorle
Come si procede:
Tagliare le mele in quarti (se bio anche senza sbucciarle) e tagliare ciascun quarto in 2, max 3, pezzi. Mettere le fette di mela in una terrina, versare il succo di limone (per evitare che le mele anneriscano), aggiungere la cannella e mescolare con le mani.
In una terrina unire le farine, sbriciolare finemente i fiocchi dei cerali e la frutta secca, aggiungere l’olio e il malto, se vi piace aggiungete anche qui un po’ di cannella, quindi con le mani impastare; il composto deve amalgamarsi ma restare sbriciolato. Quindi prendere un po’ di impasto e sbriciolarlo sul fondo della teglia.
Disporre le fette di mela unavicina all’altra, cospargere con l’uvetta, quindi sbriciolare con le mani il resto del composto formando uno strato uniforme di “crumble” sulle mele.
Cuocere a 180°C per 20-25 min.
Le mele devono diventare molto morbide e sopra si deve formare una crosticina croccante.
Lasciare raffreddare e servire tiepida!
Deliziosa!

Gnocchi con farina di lenticchie conditi con olive e crema di Hume