Regole bon ton a tavola

Regole bon ton a tavola

Che sia per semplice curiosità o per iniziare a metterle in pratica, non è affatto un male conoscere le principali regole del galateo a tavola. Molte comuni abitudini, infatti, non sono assolutamente in linea col bon ton. Ecco come ci si dovrebbe comportare a tavola secondo il galateo.
Buon appetito: siamo convinti che sia una forma di educazione, ma secondo il galateo non lo è affatto. Per gli aristocratici, infatti, la tavola era un’occasione per conversare e creare alleanze, mentre il cibo era solo una cornice. Per questo motivo augurare buon appetito è del tutto fuori luogo. Meglio rimanere in silenzio, aspettando la prima mossa del padrone di casa.
Cin Cin: altro errore ampiamente diffuso. Secondo il galateo, i calici dovrebbero essere semplicemente alzati con un piccolo e discreto cenno.
Sale: chiedere il sale è ritenuto scorretto, in quanto celerebbe un mancato apprezzamento del cibo. Onde evitare imbarazzi, il sale dovrebbe essere sempre presente sulla tavola.
Brodo: avete presente il gesto che fate per raccogliere gli ultimi cucchiai di brodo? Il piatto non va inclinato verso di voi ma verso l’interno, così facendo non correrete il rischio di rovesciarvi tutto addosso.
Formaggio e uova: essendo alimenti morbidi, non devono essere tagliati col coltello bensì con la forchetta. Se riscontrate problemi, aiutatevi con un pezzo di pane.
Pane: non deve essere tagliato a tavola con il coltello, ma spezzettato con le mani e sistemato in un piattino posizionato alla destra del piatto, in modo da non riempire la tavola di briciole.
Posate: durante le pause devono essere messe nel piatto con i lembi rivolti verso il basso. La posizione esatta equivale alle 20.20 dell’orologio. Una volta terminato il pasto, invece, le posate vanno posizionate alle 6.30, con i lembi verso l’alto.
Piatti e bicchieri: le posate vanno posizionate ai lati del piatto: alla destra i coltelli (con la lama rivolta verso l’interno) e per ultimo il cucchiaio (all’esterno); alla sinistra le forchette in ordine di utilizzo, dall’esterno verso l’interno. Per quanto riguarda i bicchieri, invece, devono essere collocati sulla metà del piatto: il bicchiere del vino deve risultare sopra la punta del coltello, mentre il bicchiere dell’acqua verso il centro.
Tovagliolo: non è affatto scorretto usare il tovagliolo dopo averlo sistemato sulle gambe.
Caffè: non è corretto mettere in bocca il cucchiaino dopo averlo utilizzato per mescolare, deve essere poggiato sul bordo del piattino.