Psoriasi, alimenti che aiutano a vivere meglio

Psoriasi, alimenti che aiutano a vivere meglio

La psoriasi è una particolare malattia della pelle di tipo infiammatorio a carattere cronico. Si presenta con particolari chiazze rosse ricoperte da squame di colore bianco-argento. Generalmente può coprire piccole aree del corpo fino a ricoprire anche aree più vaste, questi sintomi si manifestano principalmente sulle braccia, sulle mani, sul viso, cuoio capelluto, pianta dei e sulle gambe.

Questa malattia non è contagiosa e può comparire a causa di una alterazione genetica. In presenza di essa è consigliato cercare di mantenere il proprio peso corporeo nei limiti del “peso forma”, cercando di aumentare il consumo di acqua (si consigliano 2 litri di acqua) per contrastare la secchezza della pelle accentuata dalla psoriasi.

Per contrastare gli effetti della psoriasi è necessario che nella dieta siano presenti tutte le vitamine importanti per la protezione della pelle, come le vitamine B, A, C, D ed E. E’ molto importante, inoltre, assumere zinco, particolarmente utile nella riparazione delle lesioni della pelle. Oltre allo zinco possono essere efficaci anche integratori a base di magnesio e calcio. Alla sana alimentazione può essere associata anche la fitoterapia preferendo: camomilla, mirto, bergamotto, geranio, ginepro, lavanda, sandalo, melissa e carota.

Per un corretto regime alimentare, idoneo a chi soffre di psoriasi, si consiglia il consumo di fibre attraverso l’assunzione di cereali integrali, legumi, frutta, verdura (cicoria, radicchio), pesce e fermenti lattici. Per non aggravare i sintomi è, invece, sconsigliato il consumo di: melanzane, pomodori crudi, peperoni, peperoncino, patate, carne, caffè e alimenti eccessivamente speziati. E’ consigliato anche cercare di ridurre l’assunzione di bevande alcoliche, zuccheri, formaggi stagionati, carne e grassi animali, sale, panna e fritti.

Ad una corretta alimentazione è importante abbinare anche l’attività sportiva. Secondo gli esperti, infatti, un’intensa attività sportiva potrebbe agire positivamente sullo stato di infiammazione dell’organismo colpito. Oltre che agire sull’infiammazione, lo sport potrebbe agire anche sullo stress.