Prugne e melograno come alletati per la nostra salute

Prugne e melograno come alletati per la nostra salute

Prugne, che bontà!

Inizia una nuova settimana all’insegna del buon cibo, quello salutare come le prugne!

PRUGNE PROPRIETA’

Le prugne sono fonte di vitamina K, manganese, potassio, vitamina B6 e rame.
Le prugne secche, nello specifico, sono un’ottima fonte di fibra: ogni 100 grammi di prugne secche si ottengono 8,4 grammi di fibre, ovvero un quarto della quantità di fibre giornaliera raccomandata.
Le prugne sono prive di grassi e di sale. Il principale zucchero naturalmente presente nelle prugne si chiama sorbitolo. Quest’ultimo quasi non viene digerito dal nostro corpo e per questo finisce nell’intestino combattendo la stipsi.
Inoltre, questi frutti hanno un indice glicemico controllato grazie alla presenza di fibre e alla composizione dei loro glucidi.
Infine, sono frutti energetici poiché forniscono #energia facilmente disponibile e di graduale assimilazione.

LE PRUGNE FANNO BENE ALLE OSSA

Ben quattro ricerche presentate nel corso del Convegno Experimental Biology 2015 di Boston rivelano che mangiare 4-5 prugne (50g) al giorno può avere effetti positivi sulla densità ossea. Le prugne mostrano risultati promettenti nel prevenire la perdita ossea nelle #donne in menopausa più anziane, nelle quali la densità minerale dell’osso è inferiore al normale.

MELOGRANO PROPRIETA’

Il melograno possiede proprietà antiossidanti e antiinfiammatorie.
Il punto di forza del melograno è rappresentato dai principi attivi dei polifenoli in esso contenuti come l’acido ellagico e gli ellagitannini, l’acido punicico, i flavonoidi, gli antociani e le antocianidine, l’acido gallico, le catechine, l’epigallocatechina-3-gallato, la quercetina e la rutina.
Questi principi hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione dei tumori, delle malattie cardiovascolari e del diabete.
Il melograno è costituito principalmente da acqua, sali minerali (come il ferro), pochi zuccheri, vitamine (per esempio la vitamina C), fibre ed acidi grassi.
Inoltre, ha un potere antiossidante che è addirittura il doppio rispetto a quello del tè verde.
L’estratto del frutto riduce lo stress ossidativo e la perossidazione lipidica, contrasta i radicali liberi e aumenta la capacità antiossidante del sangue.

UNA PICCOLA CURIOSITA’… SI DICE MELAGRANA O MELOGRANO?

La melagrana è il frutto del melograno.
Non viene più considerato un errore, anzi è di uso frequente, ma bisogna sapere che “melograno” è il nome dell’albero, legato al nome della città di Granada.
Mentre il suo frutto si indica con il termine “melagrana”, rifacimento del lat. malum granatum «mela granata», considerato il frutto della fertilità nella cultura occidentale e in quella orientale.

Dott. Loreto Nemi