Primo piatto verde: risotto all’ortica e farfalle al pesto

Primo piatto verde: risotto all’ortica e farfalle al pesto

RISOTTO IN CREMA DI ORTICHE E PASTA DI SALAME

Ortica in cucina, proprietà e benefici

Ingredienti per 2 persone
160 g di riso carnaroli
1 mazzo di ortiche
60 g di pasta di salame
1/2 lt di brodo vegetale
1/4 di bicchiere di spumante
30 g di parmigiano
1/2 scalogno
Burro
Olio evo
Preparazione
Cominciamo pulendo e sfogliando le ortiche poi le mettiamo a sbollentare in una pentola di acqua salata. Quando saranno morbide le mettiamo in un padellino antiaderente con mezzo giro di olio evo e mezzo scalogno tritato e le facciamo saltare x qualche istante. Poi mettiamo tutto nel mixer e formiamo la crema di ortiche ben densa e omogenea. Ora prepariamo il risotto: prendiamo la nostra casseruola da risotto, scaldiamo poi aggiungiamo la pasta di salame e la facciamo rosolare spezzettandola con un cucchiaio di legno (a secco, senza olio). Quando sarà ben rosolata aggiungiamo il riso e lo facciamo tostare. Sfumiamo con un quartino di bicchiere di spumante poi cominciamo a bagnare con il brodo; io ho utilizzato il liquido di cottura delle ortiche aggiungendo sedano carota cipolla uno spicchio di mela ambrosia burro e una presina di sale grosso. Portiamoci fino a tre quarti di cattura poi aggiungiamo la crema di ortiche. Facciamo amalgamare poi leviamo dal fuoco aggiungiamo parmigiano e burro e facciamo mantecare. Impiattiamo

FARFALLE AL PESTO CON PATATE E FAGIOLINI

Ricette con Pesto al basilico e pistacchi di Bronte

Ingredienti per 2 persone
180 g di farfalle
2 patate medie
1 manciata di fagiolini
1 mazzetto di basilico
20 g di pinoli
30 g di pecorino
1 spicchio di aglio
1 presina di sale grosso
1 cucchiaio di ricotta
1 cubetto di ghiaccio
Olio evo
Preparazione
Mettiamo sul fuoco una pentola di acqua salata e facciamo bollire insieme le due patate che avremo cubettato e la manciata di fagiolini. Intanto prepariamo il pesto: se non avete tempo di farlo alla maniera tradizionale, prendiamo il mixer e ci mettiamo basilico, pinoli, pecorino, aglio, una presina di sale grosso, un cubetto di ghiaccio e frulliamo. Il ghiaccio lo mettiamo per non perdere il colore del basilico e frulliamo per poco tempo, a colpi per evitare che le lame si surriscaldino e ossidino il basilico. Fatto questo aggiungiamo un cucchiaio di ricotta (e’ una cosa mia personale) e olio evo q.b. Frulliamo di nuovo mantenendo comunque il pesto un po’ denso. Per dare cremosità preleviamo dalla pentola della pasta mezzo mestolino di acqua di cottura e lo mettiamo nel pesto. Frulliamo ancora e cremiamo. Scoliamo la pasta, la mettiamo in una zuppiera, aggiungiamo il pesto, amalgamiamo

Ricetta e foto dello chef Michele Brandi