Primi piatti di pasta estivi

Primi piatti di pasta estivi

SPAGHETTI AIO OIO E PEPERONCINO FRESCO RISOTTATI IN BRODO DI POMODORO

Ingredienti per 2 persone
180 g di spaghetti grano Armando
1 peperoncino verde
1 peperoncino rosso
1 spicchio di aglio
100 cl di brodo neutro
2/3 cucchiai di salsa di pomodoro
Sale grosso
1 noce di burro
Olio evo
Preparazione
Mettiamo sul fuoco due pentole, una grande con sale grosso dove lesseremo gli spaghetti e una piccola con poca acqua, una presina di sale grosso, una noce di burro, due o tre cucchiai di salsa di pomodoro e portiamo a bollore. Intanto prepariamo i due peperoncini tritati sommariamente e li mettiamo in un pentolino con olio evo e uno spicchio di aglio pronti per essere rosolati. Prendiamo ora una padella con i bordi alti, la sporchiamo di olio evo e, quando saremo a metà cottura della pasta, lo scaldiamo e ci scoliamo la pasta. Amalgamiamo x un momento poi aggiungiamo il brodo di pomodoro e facciamo risottare fino a cottura. Intanto facciamo rosolare aio oio e peperoncini e dopo aver mantecato gli spaghetti con una noce di burro, li aggiungiamo alla pasta. Diamo due spadellate per amalgamare, impiattiamo.

Pasta tonno e pomodorini

Ingredienti per 2 persone
180 g di spaghetti scanalati Voiello
1 manciata di pomodorini pachino
120 g di tonno sott’olio
2 alici
1 presina di capperi
1 mazzetto di prezzemolo
1 spicchio di aglio scamiciato
1 cucchiaio di colatura di alici
Olio evo
Preparazione
Mettiamo sul fuoco una pentola di acqua salata dove lesseremo gli spaghetti e intanto prepariamo la linea degli altri ingredienti. Sul tagliere facciamo un trito con una presina di capperi e due alici che mettiamo in una padella con i bordi alti con un giro di olio evo. Mentre facciamo rosolare, velocemente tagliamo a spicchi i pomodorini e li aggiungiamo in padella insieme a uno spicchio di aglio scamiciato. Facciamo cuocere cinque minuti e intanto prepariamo un trito fine di prezzemolo. Metà lo aggiungiamo in padella, metà lo teniamo in parte. Sgoccioliamo il tonno, scoliamo la pasta nella padella e facciamo una prima amalgama spadellando, poi lo aggiungiamo rompendolo con una forchetta. Diamo ancora un paio di spadellate poi mettiamo un cucchiaio di colatura di alici e facciamo amalgamare del tutto. Impiattiamo, diamo una spolverata col prezzemolo rimasto.

Amatriciana con datterini gialli

180 g di bucatini
1 manciata di datterini gialli
1 fetta grossa di guanciale
1 peperoncino secco
40 g di pecorino romano
1/2 bicchiere di vino bianco
Sale
Pepe
Olio evo
Preparazione
Mettiamo sul fuoco una pentola di acqua salata dove lesseremo i bucatini e, al bollore, prima di buttare la pasta, tuffiamo i datterini gialli e li facciamo scottare x qualche minuto. (fate un taglio a X sul fondo dei pomodorini). Li leviamo e li mettiamo in un pentolino con un filo di olio evo e li facciamo cuocere finché non saranno morbidi. Ora avete due scelte: o li schiacciate con una forchetta o come ho fatto io mixer a immersione e ho fatto una salsa. Mentre cuociono prendiamo una padella, mettiamo il guanciale che avremo fatto a cubetti, lo facciamo rosolare e lo sfumiamo con mezzo bicchiere di vino bianco. Sfumato il vino, aggiungiamo la salsa di datterini gialli e facciamo cuocere x altri 5 minuti aggiungendo un bel peperoncino secco. Scoliamo la pasta nella padella, amalgamiamo, poi aggiungiamo una generosa spolverata di pecorino e facciamo mantecare continuando a spadellare. Impiattiamo, una sonora grattata di pepe nero

FUSILLI DI SARACENO CON SGOMBRO, PACHINO, FIORI DI ZUCCA MANTECATI IN COLATURA DI ALICI

Ingredienti per 2 persone
180 g di fusilli Moro Pasta
1 manciata di pachino
120 g di sgombro all’olio
5 fiori di zucca
1/2 bicchiere di brodo vegetale
1 giro di colatura di alici
Sale
Olio evo
Mettiamo sul fuoco una pentola di acqua salata dove lesseremo i fusilli e prepariamo la linea degli altri ingredienti. Sgoccioliamo lo sgombro e lo rompiamo con una forchetta, tagliamo in quattro una manciata di pomodorini pachino, puliamo i fiori di zucca levando la parte inferiore del calice e li facciamo a filetti. Prepariamo anche un mezzo bicchiere di brodo vegetale. Ora prendiamo una padella con i bordi alti, un giro di olio evo, scaldiamo poi mettiamo i pachino a saltare per qualche momento. Leviamo la pasta tre minuti prima della cottura e la scoliamo in padella. Aggiungiamo il brodo e facciamo risottare spadellando. Mettiamo parte dei fiori di zucca e anche i pezzi di sgombro e finiamo la cottura della pasta. Togliamo dal fuoco e mantechiamo con un giro di colatura di alici poi impiattiamo, aggiungiamo qualche filetto di fiori di zucca per dare colore