Dolci per carnevale: pizze fritte con crema di nocciola e pesche con crema

Dolci per carnevale: pizze fritte con crema di nocciola e pesche con crema

Pizze fritte

con semola di grano duro Senatore Cappelli macinata a pietra e lievito madre, farcite con crema di nocciole fatta in casa e spolverizzate di zucchero a velo e cannella..morbidissime e profumatissime
Ingredienti per la preparazione dell’impasto:
Semola rimacinata di grano duro Senatore Cappelli macinata a pietra gr 500
Latte intero fresco 200 ml
Olio extravergine di oliva sardo 4 cucchiai
Acqua tiepida 200 ml
Sale 16 gr
Lievito madre già rinfrescato 80 gr
Ingredienti per la farcitura e la decorazione:
Crema di nocciole
Zucchero a velo
Cannella grattugiata al momento
Preimpasto:
Semola di grano duro Senatore Cappelli gr 200
Acqua tiepida 150 ml
Latte tiepido 150 ml
Miele 1 cucchiaino
PROCEDIMENTO:
Preparare il preimpasto delle pizze fritte miscelando in una ciotola capiente il lievito madre disciolto nei 150 ml di latte tiepido, il miele, 150 ml di acqua tiepida e 200 gr di semola. Impastare tutti gli ingredienti, coprire con pellicola trasparente per alimenti e lasciare maturare per 6 ore. Successivamente aggiungere al preimpasto lievitato il resto degli ingredienti, per ultimi, il sale e l’olio extravergine di oliva. Io non possiedo la planetaria e per cui lavoro l’impasto manualmente. Tenendo presente che tale impasto è molto idratato ( 90%), lo lavoro battendolo nella ciotola stessa con una mano per 5 minuti con movimento costante, continuo e deciso. Poi coprire la ciotola con pellicola trasparente per alimenti e lasciarlo lievitare nuovamente fino al raddoppio in un luogo tiepido e riparato. Friggere le pizze fritte in olio extravergine di oliva o in olio di semi adatto per la frittura. Lasciarle dorare e scolarle su carta da cucina o su carta assorbente. Appena saranno tiepide tagliarle a metà orizzontalmente e farcirle con la crema di nocciole. Spolverizzarle con zucchero a velo mescolato a poca cannella macinata a l momento.

Pesche con crema
al cioccolato bianco
Per le pesche
1 kg di farina 00
4 uova
350 gr di latte
200 gr di zucchero
100 gr di burro o strutto
50 gr di lievito
La scorza di 2 arance e
di 2 limoni
Per la crema al
cioccolato Bianco
1 litro di latte
4 tuorli d’uovo
8 cucchiai colmi di zucchero
5 cucchiai di amido di mais
Una fiala di vaniglia e
una di limone
200 gr di cioccolato bianco
200 ml di panna liquida
30 gr di burro

Zucchero e alchermes
per le pesche q.b.

Per l’impasto delle pesche
La prima cosa da fare è sciogliere il lievito in un bicchiere di latte tiepido e lasciarlo 10 minuti da parte. Intanto disponiamo la farina a fontana, al centro mettiamo le uova, lo zucchero e la scorza di limone e arancia. Iniziamo a mescolare e aggiungiamo il burro ammorbidito e il latte con il lievito, amalgamiamo bene il tutto aggiungendo il restante latte a poco a poco fino a formare una palla compatta modellabile e leggermente appiccicosa.
Lasciamo riposare in un luogo caldo fino al raddoppio ci vorranno circa due o tre ore. Una volta raddoppiato l’impasto lo prendiamo e formiamo tante palline che sistemeremo nelle teglie ben distanziate tra loro, lasciamo riposare circa un ora e mezza fino a raddoppio dopodiché Inforniamo a 180 gradi per circa 20 minuti, sforniamo e lasciamo freddare.

( se avete tempo e non volete usare molto lievito, potete provare la stessa ricetta usando solo 5 gr di lievito, fate lievitare 24 ore in frigo e una volta che avete fatto le palline le lasciate lievitare altre 3 ore al caldo. Per il resto seguite la ricetta )

Per la crema al cioccolato bianco
Qualche ora prima prepariamo la ganache al cioccolato bianco. Prendiamo un pentolino e portiamo a bollore la panna e il burro, appena bolle spegniamo e aggiungiamo il cioccolato spezzettato. Mescoliamo per bene per far amalgamare il tutto e formare una crema liscia. Passiamo la crema con un mixer a immersione per togliere eventuali grumi, dopodiché la mettiamo in frigo a freddare qualche ora.
Adesso prepariamo la crema, In un pentolino mettiamo a scaldare
Il latte sino ad ebollizione e spegnere.
Intanto in una pentola più capiente
mettiamo i tuorli e lo zucchero e
sbattiamo energicamente fino a formare
una crema bella spumosa.
Aggiungiamo l’amido di mais e
mescoliamo fino ad incorporarlo. Deve essere una crema liscia e densa.
A questo punto aggiungiamo il latte a
piccole dosi stando attenti a non
formare grumi. Una volta incorporato
tutto il latte accendiamo il fornello a
fiamma bassa e con un mestolo
mescoliamo finché non si addensa.
Deve diventare liscia come la seta.
Spegnere il fuoco, aggiungere la vaniglia e il limone, coprire con pellicola e lasciare freddare. A questo punto prendiamo la ganache dal frigo e la montiamo come se fosse panna, diventerà proprio come la panna ma più compatta. Una volta che la crema è bella fredda uniamo i due composti formando la nostra crema al cioccolato bianco.
Assemblaggio
A questo punto prendiamo due recipienti, uno con l’alchermes e uno con lo zucchero. Prendiamo una sfera, la incidiamo leggermente con un coltello nella parte piatta e la immergiamo nell’alchermes è subito nello zucchero in modo che si attacchi per bene. Con l’aiuto di un sacco a poche incorporiamo la crema dentro l’incisione che abbiamo fatto e ne lasciamo uscire un po’. Uniamo due sfere formando una pesca, mettiamo in un vassoio e continuiamo fino a completarle tutte .