Piperina e curcuma proprieta curative in cucina

Piperina e curcuma proprieta curative in cucina

Forse sono meno famosi in Italia rispetto ad altri, ma la curcuma e la piperina sono due spezie dalla profonde proprietà benefiche e possono essere anche utilizzate tutti i giorni, a patto di non abusarne.
Entrambe contribuiscono, come integratori dell’alimentazione, ad assicurare un ritmo regolare nella quotidianità e a mantenere anche uno stile di vita corretto. Inoltre sono utili alle persone che vogliono perdere peso in maniera equilibrata e senza sforzi eccessivi.

Curcuma, la spezia orientale che aiuta a controllare il peso

Scendiamo in dettaglio e vediamo più da vicino di cosa stiamo parlando. La curcuma è una spezia ce arriva dall’India, dal forte colore arancione. Contiene numerose proprietà nutritive che coadiuvano la corretta salute, aiutano a tenere il peso sotto controllo e più in generale contribuiscono al benessere delle persone.
In particolare la curcuma funziona come antinfiammatorio dell’intestino e dei tessuti, aiuta una migliore digestione, permette un migliore drenaggio dei liquidi in eccesso e quindi è rimedio naturale alla ritenzione idrica, uno dei ‘nemici’ più odiati dalle donne.
Inoltre i preparati a base di curcuma, a cominciare dalle pillole assunte come integratori alimentari, agiscono con efficacia sul microcircolo, permettendo una migliore ossigenazione della pelle e rendendola anche più bella alla vista oltre che al tatto. Il suo utilizzo nei prodotti di bellezza è destinato anche all’eliminazione dell’acne e delle impurità della pelle, oppure ancora in presenza di una produzione eccessiva di sebo. In più aiuta i capelli rendendoli più forti, densi e quindi meno inclini alla caduta.
Mescolata con la piperina, inoltre, la curcuma contribuisce a dare maggiore energia all’organismo, non permette di sentire la cosiddetta ‘fame nervosa’ e quindi è ideale in caso di dieta ipocalorica perché controlla i livelli di zuccheri nel sangue e blocca i picchi di glicemia che sono alla base di quella continua voglia di ingerire cibo.

Piperina stimola il metabolismo

La piperina è certamente meno conosciuta, ma si tratta semplicemente della sostanza dal sapore più intenso e amaro, presente all’interno dei granelli di pepe. La sua funzione principale è quella di stimolare in maniera corretta la termogenesi del corpo, ossia la funzione dell’organismo di trasformare il cibo consumato in energia. Questa sostanza aumenta l’efficienza del metabolismo permettendo quindi al corpo di bruciare più grassi e più calorie, anche a riposo.
Va precisato che la piperina non è considerata una sostanza dimagrante, ma piuttosto uno stimolante per le funzioni del nostro metabolismo che lavorerà in maniera più intensa anche quando non decidiamo di metterci a dieta.
Di colore giallo pallido, la piperina stimola anche il corretto transito intestinale, favorisce la digestione e brucia i grassi. Inoltre contrasta la formazione di cellule adipose, accelerando la secrezione di succhi digestivi ma proprio per questo deve essere associata ad una dieta equilibrata e ad un costante movimento fisico.
Inoltre stimola il transito intestinale aiutando a combattere la stipsi e la stitichezza. Si tratta di disturbi fisici che si presentando in particolare quando c’è un carente apporto di fibre, in questo caso sostituito in parte dalla piperina, E ancora, stimola la secrezione gastrica migliorando la digestione ma ha anche il potere di favorire l’assorbimento del betacarotene, precursore della vitamina A, e del coenzima Q10, due importanti sostanze nutrienti.
Proprio per la sua facilità ad assimilare il betacarotene, la piperina stimola pure la produzione di melanina migliorando l’abbronzatura. E secondo alcune recenti ricerche avrebbe anche un’azione positiva sul tono dell’umore, contrastando la depressione perché aumenta la produzione di serotonina e dopamina.
Per un consumo corretto di piperina, basterà utilizzarne un pizzico nei piatti quotidiani al posto del pepe o del peperoncino. In alternativa, se non volete usarla in cucina, si trova nelle principali erboristerie sotto forma di integratori, oppure ancora in alcune miscele di spezie per preparare thè o tisane.
Sia la curcuma che la piperina non hanno effetti indesiderati, a meno che una persona non sia chiaramente intollerante, oppure che soffra di reflusso gastroesofageo, gastrite, ulcera, emorroidi, ipertensione. Infine sono sconsigliati in gravidanza e durante l’allattamento ma comunque prima dell’assunzione è necessario consultare il medico.

Come usare curcuma e piperina in cucina

E allora vediamo alcuni facili piatti e preparazioni nelle quali si possono utilizzare la curcuma e la piperina, che li arricchiscono senza però modificare il loro sapore genuino.
Partiamo con la Pasta al cavolfiore e curcuma. Per quattro persone servono un cavolo verde (ma vanno bene anche i broccoli), un porro (o una cipolla se vi piace un sapore più intenso), 320 grammi di pasta corta integrale, come penne, fusilli, pipe, due pizzichi di piperina, sale fino e grosso per l’acqua della pasta, olio extravergine d’oliva. Dopo aver tagliato finemente il porro o la cipolla fateli imbiondire in padella con il filo d’olio extravergine.
Lavate con cura il cavolo e tagliatelo in cimette, poi aggiungetelo al soffritto insieme ad un bicchiere d’acqua in modo che si cuocia dolcemente senza attaccare. Dopo una ventina di minuti spegnete la fiamma, aggiungete in padella la curcuma e la piperina, aggiustate di sale. Una volta scolata la pasta, mettetela in padella e fatela saltare per un paio di minuti. A piacere si può aggiungere del pecorino e ancora un filo d’olio
Come contorno pensiamo alle Patate alla curcuma: per quattro persone servono 350 grammi di patate, una cipolla, un cucchiaino di curcuma, mezzo di piperina, olio extravergine d’oliva e sale fino.
Una volta tagliata finemente la cipolla, rosolatela padella con dell’olio extravergine. Quando sarà dorata, aggiungete le patate tagliate a cubetti oppure a fettine sottili e mezzo bicchiere d’acqua. Coprite la padella con un coperchio e lasciate cuocere per circa 20 minuti, (se necessario aggiungendo acqua). Quando le patate sono cotte, fatele rosolare aggiungendo in ultimo la curcuma e la piperina. Vanno servite calde.
Infine un’ottima tisana alla curcuma, efficace in caso di raffreddore e mal di gola. Servono due cucchiaini di curcuma in polvere, un cucchiaino di succo di limone, un cucchiaino di miele e un pizzico di pepe nero (o una punta di piperina). Sciogliete la curcuma in polvere in 500 millilitri di acqua calda e unite il cucchiaino di miele, il succo di limone e il pepe o piperina. Mescolate con cura e bevetene una o due tazze al giorno, sia al mattino che la sera prima di andare a dormire.