Peperati o Pupurati , biscotti pugliesi

Peperati o Pupurati , biscotti pugliesi

Preparazione: prendete una ciotola e mischiate le polveri (farina, lievito, zucchero, mandorle, cioccolato fondente ridotto a scaglie col coltello, cacao) e poi unite i liquidi. mischiate per un po’ e  riversate il tutto sulla spianatoia dove lavorate per bene, fino ad ottenere un impasto color cioccolato, profumato al cacao e al mosto, umida e appena appiccicaticcia (cioè il punto giusto è quando pur essendolo non vi crea difficoltà nel maneggiarlo). Nel processo cercate di non aggiungere altra farina , al massimo solo per spolverarvi le mani e la spianatoia.

Se volete provare a realizzare la ricetta con qualche strumento da cucina originale, fate un giro qui: www.troppotogo.it/cibi-bere

Tagliate un pezzo per volta e fate dei cordoncini non troppo cicciotti. Tagliate in lunghezze medie, unite a formare una ciambella e schiacciate ma non troppo (infatti c’è il lievito, quindi ricordatevi che in cottura si alzano un po’) e disponete tutti taralli su placca foderata con carta forno. Ovviamente prestate attenzione a farli di dimensioni simili, altrimenti ce ne saranno di più cotti e meno cotti.
Mettere a cuocere in forno preriscaldato (170-180°, io sono stata più sui 170°…il mio è un forno imprevedibile!) per 20 minuti, ricordandovi gli ultimi 8-10 minuti di accendere anche sopra, mi raccomando!
Non vanno consumati caldi, perchè caldi sono ancora morbidi (sembreranno crudi, ma in realtà non lo sono): bisogna farli raffreddare del tutto, perchè allora si saranno induriti fino a raggiungere una consistenza semidura, che quando li mangi quasi si sciolgono in bocca.

Ingredienti
1 kg di farina 00
300 gr zucchero
2 bustine di lievito per dolci
2 uova
100 gr di cacao amaro
100 gr di cioccolato fondente
100  gr di mandorle tritate grossolanamente
1 bicchiere colmo di mosto cotto,
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di bicarbonato
chiodi di garofano
latte q.b. (ma se aumentate il mosto potreste non averne bisogno)
un po’ di scorza o succo d’arancia