Patatine fritte: come cuocerle croccanti e asciutte

Patatine fritte: come cuocerle croccanti e asciutte

La frittura è un metodo di cottura per convenzione, ovvero attraverso la trasmissione del calore dall’olio bollente al cibo. Per quanto sia semplice è bene ricordare alcuni passaggi fondamentali per una perfetta frittura. La stessa cosa vale per preparare delle perfette patatine croccanti e asciutte.

Prima di tutto è molto importante scegliere le patate a pasta gialla e ricordare di tagliare le patate in modo regolare: a bastoncini non più spessi di 1 cm o a fettine sottili con la mandolina per le patatine chips. Le patatine possono essere fritte in diverse forme, l’importante però è avere sempre la stessa dimensione per una frittura ben omogenea.

Le patate sono molto ricche di amido e per questo, per avere delle patatine ben fritte, vanno tenute in ammollo in acqua fredda per cinque minuti e ben sciacquate in modo da eliminare l’amido in eccesso, poi vanno asciugate molto bene con carta da cucina o con un canovaccio pulito. Questo procedimento serve a fare in modo che le patate rilascino più amido possibile.

Per un’ottima frittura è consigliato friggere le patate in due tempi: un prima frittura in olio bollente a 150° per massimo 4 minuti e una seconda frittura in olio bollente a 170°-180° per creare un perfetta doratura e croccantezza.

Durante la frittura la temperatura dell’olio non deve mai abbassarsi per questo è consigliato di friggere un po’ di patate alla volta.

Terminata la frittura scolate le patatine fritte con l’aiuto di una schiumarola in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Le patatine fritte, come quelle al forno, sono ottime per accompagnare secondi piatti di carne e di pesce e possono essere servite con ogni tipo di salsa, prime fra tutte il ketchup e la maionese.

Un altro accorgimento riguarda il sale: per evitare che questo ammorbidisca la crosticina ottenuta con la frittura è importante salare a piacere all’ultimo minuto. Per insaporire ulteriormente le patatine potete aggiungere alla frittura delle foglioline di salvia e qualche rametto di rosmarino.

Sono da provare anche le bucce di patate fritte. Durante la preparazione della patine fritte provate a conservare le bucce ben lavate e friggetele per un’ottima ricetta “anti spreco”.