Patate Bollite Proprietà : valori nutrizionali nella dieta

Patate Bollite Proprietà : valori nutrizionali nella dieta

 Le proprietà nutritive delle patate bollite sono da considerarsi molto utili al nostro organismo, all’interno di una dieta varia e ricca di verdure.

Allo stesso modo la bollitura è la modalità più utilizzate per la cottura nella dieta di tutti i giorni.

Questo ortaggio quando viene bollito si può abbinare a molti altri cibi ed e adatto alle diete perchè è in grado di dare una sensazione di stomaco pieno e placare la fame.

Più precisamente la patata viene considerata come un tubero a contiene delle proprietà importanti.

Se andiamo ad esempio a vedere le proprietà nutrizionali della patata bollita possiamo renderci conto che non possono essere considerate un contorno.

In altre parole sono un piatto vero e proprio e possono essere consumate anche come portata principale.

Inoltre contengono abbastanza calorie, infatti le patate bollite contengono circa 86 calorie per 100 grammi.

Tra queste calorie, il principale elemento è il carboidrato, che occupa circa il 20% del valore nutrizionale.

Inoltre nelle patate bollite ci sono le proteine che sono circa 1,70 grammi sul valore totale, e ad esempio c’è anche una discreta quantità di acqua.

I grassi e gli zuccheri contenuti nelle patate bollite sono minimi e la fibra si attesta sui 2 grammi.

Anche un altro elemento importante contenuto nelle patate bollite è rappresentato dai micronutrienti.

Altre proprietà nutrizionali sono contenute nei sali minerali, sodio, ferro, magnesio, potassio, rame e zinco.

Le patate bollite sono ricche anche di vitamine, come la B1, B2, B3 e B6, insieme alla vitamina C.

Tuttavia nella fase della cottura la vitamina C perde il suo apporto e quindi nel caso delle patate bollite non si può considerare.

Al contrario troviamo una quantità seppur non eccessiva di vitamina E, che svolge un’azione antiossidante.

Patate bollite e dieta

Le patate bollite spesso vengono utilizzate all’interno delle diete, perchè non contengono molti grassi.

Inoltre non contengono una quantità eccessiva di zuccheri e possono essere mangiate anche senza eccessivi condimenti, tra cui olio e sale.

In altre parole fanno bene anche ad esempio all’intestino e alla regolarità intestinale, perchè contengono fibre.

In altre parole le fibre consentono agli zuccheri semplici di essere assorbiti e danno un apporto energetico che arriva quasi subito.

Le patate bollite inoltre aiutano la diuresi e fanno bene ai reni e come dicevamo consentono di non soffrire la fame durante le diete.

Inoltre la vitamina B5 aiuta i muscoli ad assorbire al meglio gli zuccheri, un fattore che favorisce l’attività fisica.

Anche un altro vantaggio è dato dalla vitamina E che fa da antiossidante e contrasta i radicali liberi.

Patata è un carboidrato e non un legume

Come abbiamo detto in precedenza le patate sono una verdura ma in realtà devono essere considerate come un carboidrato più che come un legume.

Questo perchè con la loro assunzione aumenta l’indice glicemico e quindi ad esempio è meglio non mangiare pena se si mangiano patate.

Per questo motivo la patate è un carboidrato a tutti gli effetti e se consumato in grandi quantità può squilibrare la nostra dieta.

Il suo indice glicemico e il carico glicemico non è conosciuto da molte persone che tendono a consumarne quasi tutti i giorni.

In altre parole dovete fare attenzione perchè un indice glicemico eccessivo protratto nel lungo periodo provoca problemi.

Come ad esempio il diabete, l’ipertensione e le sindromi metaboliche.

Anche un altro aspetto riguarda la quantità di patate che si possono consumare ogni giorno.

Prima di tutto non si devono necessariamente mangiare ogni giono, ma si devono consumare con moderazione.

Inoltre ogni volta che mangiate patate bollite, è consigliabile accostare della verdura e preferire il consumo di pane integrale.

Ad esempio è importante anche aggiungere un filo d’olio a crudo dopo la cottura della patate bollite.

Per quando riguarda il sale, se possibile andrebbe evitato preferendo una minima quantità di aceto.

Nel caso delle patate bollite poi potete arricchirle con del prezzemolo o altri odori che possono sostituire il sale.

Patate rosse proprietà nutrizionali

Dopo aver parlato delle patate bollite arriviamo alle patate rosse, un’altra tipologia che non è molto utilizzata.

Prima di tutto vediamo le proprietà nutrizionali: per 100 grammi di patate rosse abbiamo circa 70 calorie, di cui il 90% sono carboidrati e l’1,7% sono proteine.

Le proprietà della patata rossa consentono di favorire la maggior parte delle diete; ad esempio la patata rossa può essere consumata anche cruda.

Rispetto a quella classica è più dolce e il suo nome originale è Ipomea batatas, che è la pianta da dove nasce.

La buccia è rossa è l’interno è giallo e inoltre proviene dall’America ed è arrivata in Europa dove si è diffusa su larga scala.

Tuttavia la patata classica rimane quella più diffusa e consumata sia in Europa che in Italia.

In altre parole anche la patata rossa contiene molte vitamine come la vitamina A,B,C insieme a molti sali minerali.

Parliamo di ferro, calcio, magnesio e potassio e ad esempio la patata rossa contiene i flavonoidi.

Questo elemento nutrizionale consente di aumentare l’azione antiossidante della patata rossa.

Oltre a questo i flavonoidi danno quel colore tipico arancione tendente al rosso.

Le proprietà nutrizionali antiossidanti consentono alle patate rosse di combattere l’invecchiamento delle cellule.

In altre parole il consumo della patata rossa aiuta a restare giovani e ad assicurarsi un buon apporto di nutrienti.

Anche le patate rosse possono essere bollite e sono molto consumate in questa versione di cottura.

Patate rosse come mangiarle

Inoltre questa è una cottura semplice e veloce che trova il suo posto in molte diete e può essere accoppiata a molti altri piatti.

In altre parole le patate rosse possono essere condite a piacere e in tanto modi diversi, come ad esempio con olio e erbe ma anche con aceto di mele.

Tuttavia se preferite potete anche consumare le patate rosse come unica portata; se preferite potete mangiarle appena cotte e calde.

Oltre che calde e appena cotte, possono essere anche consumate fredde, soprattutto in estate perchè si adattano bene alle insalate miste.

Inoltre si accoppiano bene ad esempio con il polpo e altri tipi di pesce come il rombo cotto al forno insieme alle patate stesse.