Pardulas: formaggelle sarde

Pardulas: formaggelle sarde

Le formaggelle, pardulas in sardo, sono un dolce pasquale tipico della tradizione culinaria sarda. Si preparano con il formaggio fresco e possono essere decorate con la glassa o con il miele. Anche l’impasto può subire delle modifiche: c’è chi non utilizza la semola, chi sostituisce la scorza del limone con quella di arancia o le mette entrambe. Altre ricette prevedono l’utilizzo della ricotta o la decorazione con l’uvetta.
Preparazione
Lavorate la farina con un po’ d’acqua tiepida salata, aggiungete lo strutto a piccole dosi e impastate fino a ottenere un composto morbido ed elastico. Coprite con un canovaccio e lasciate riposare per 30 minuti.
Nel frattempo sbattete i tuorli con lo zucchero, il pecorino, la semola, la scorza grattugiata dei limoni e 1 pizzico di zafferano. Amalgamate bene il tutto fino a ottenere un composto omogeneo.
Trascorso il tempo necessario, riprendete l’impasto e stendetelo in una sfoglia sottile. Ricavate dei dischetti e al centro di ciascuno mettete una piccola pallina di ripieno, quindi alzate il bordo della pasta in modo da formare una sorta di cestino, pizzicate poi i bordi.
Sistemate le formaggelle in una teglia infarinata e infornate a 180° per 15 minuti (forno già caldo). Servire fredde.
Ingredienti
600 g di farina
500 g di pecorino fresco grattugiato
200 g di zucchero
80 g di semola
80 g di strutto
6 uova
2 limoni
zafferano
sale