Pane e panelle : le origini e la ricetta

Pane e panelle : le origini e la ricetta

La panella non è altro che una frittella fatta con la farina di ceci di origine palermitana. E’ un cibo da strada da sempre e tradizionalmente si servono in mezzao alle mafalde, cioè quel tipo di pane di circa 200 grammi con la crosta ricoperta di semi di sesamo , Questa tipologia di pane a Palermo si chiama “cimino”, “gigiolena”.

Per chi non lo sapesse, la tradizione vuole che pane e panelle venga mangiato insieme alle “crocchè” (dal francese “croquette”), cioè le crocchette di patate oppure insieme a delle frittelle in pastella, e condite a piacere con sale, pepe e limone.

Le panelle rientrano tra gli spuntini tipici siciliani e si acquistano nelle friggitorie per poi gustarle per strada.

Ricetta pane e panelle

Panini per Bun con Panelle Siciliane

250 g Farina Manitoba

250 g Farina 00

300 ml Latte

80 g Burro

1 Cucchiaino di sale

2 Cucchiaini di zucchero

10 g Lievito fresco

Preparazione:

Nella planetaria mettere il latte, il lievito e lo zucchero mescolate un po’.Aggiungere la farina pian piano, poi il sale ed infine il burro a pezzettini impastare.Mettete l’ impasto in un contenitore e farlo lievitare fino al raddoppio nel forno spento con luce accesa, trascorso il tempo riprendere l’impasto dividerlo in pezzi e formare i panini spennellarli con tuorlo rimettere a lievitare per 1 ora poi cuocere in forno a 200° per 15 minuti.

Pannelle dolci e di origine romana

Le pannelle possono essere anche dolci. Si preparano praticamente come quelle salate con delle verianti perchè viene aggiunto: burro , lievito e strutto. Si vendono nelle pasticcerie soprattutto per la festa di Santa Lucia , il 13 Dicembre.

Queste frittelle preparate con farina di ceci erano già presenti in epoca romana sotto forma di ‘polenta’. Si trattava di farina di ceci impastata con acqua e cotta; così com’era consumata dai greci, in tutta l’area della cosiddetta “mezzaluna fertile” e soprattutto nel sub continente indiano