Nadalin di Verona

Nadalin di Verona

NADALIN DOLCE TIPICO DI VERONA

Questo non è un piatto proprio FACILISSIMO perchè ho iniziato la lavorazione alle 16 ed ho cotto il giorno dopo alle 11

1) Fare la bga e lasciarla riposare al caldo per 30 minuti, intanto mixare in una caraffa le due farine.
2) Fare un impasto con 70gr. del mix di farina, la biga preparata e latte q.b ad amalgamare tutto; unire 15gr. di zucchero e appena incorporato bene aggiungere 15gr. di burro. Lavorare ancora per 5 minuti poi coprire e far lievitare per 30 minuti a circa 25° (io in una ciotola chiusa con pellicola, sopra una boule di acqua calda e incartata in una copertina di pile)
3) nire all’impasto lievitato, 105gr. del mix di farina, 1 uovo e latte q.b. ad ottenere un impasto omogeneo, aggiungere15ghr. di zucchero e appena inglobato tutto anche 15gr di burro. Far impastare bene ancora per 5 minuti poi coprire e far lievitare come prima a 25° per 1 ora.
4) All’impasto ottenuto aggiungere il resto della farina rimasta, 1 uovo + 1 tuorlo, il miele, la vaniglia e lavorare bene poi aggiungere il resto dello zucchero e quando sarà stato assorbito il rimanente burro (sempre morbidissimo mi raccomando). Lavorare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo (almeno 5 minuti) quindi coprire con pellicola e far lievitare al caldo (25°) ancora 40-50 minuti.
5) Ungere un contenitore ermetico con del burro e ungersi anche le mani, arrotondare con le mani l’impasto e l’impato, metterlo nel contenitore, sigillare col coperchio e passarlo in frigorifero per 12 ore (tutta la notte,erano le 20)
6) Al mattino, togliere l’impasto dal frigorifero e con le mani unte metterlo nello stampo a forma di stella e far lievitare al caldo per 5-6 ore (deve raddoppiare di volume)
7) Preparare la glassa di copertura sbattendo l’albume leggermente e unendovi le mandorle tritate e la farina di mandorle, spalmarla delicatamente sul dolce lievitato e metterlo in forno già caldo a 170°, farlo cuocdere per circa 40 minuti con un pentolino di acqa sul fondo del forno.
Sfornarlo appena cotto e farlo raffreddare a testa in giù altrimenti si abbassa, la glassa essendo stata fatta con l’albume non si stacca.

Il Nadalin va cotto in uno stampo a stella, il mio ha lievitato all’inverosimile così ti metto le foto sia del sotto che del sopra .

Per la biga:
20gr. farina manitoba
30gr. farina 00
5gr. lievito disidratato (mastrofornaio)

Per l’impasto:
200gr. farina manitoba
150gr. farina 00
60gr. burro morbidissimo
60gr. zucchero
2 uova + 1 tuorlo
1 cucchiaino di miele
1 fialetta aroma vaniglia
1 pizzico di sale
latte q.b. (ne ho usato 150gr.)

Per la copertura:
2 albumi
35gr. mandorle sbuciate e ritate grossolanamente
35gr. di farina di mandorle
zucchero in granella

Foto e Ricetta di Florinda Ginesi

Nadalin di Verona
Nadalin di Verona