Minestra con piselli, fave e carciofi

Minestra con piselli, fave e carciofi

UNA RICETTA PER SENTIRCI PIÙ VITALI CONTRO LA STANCHEZZA PRIMAVERILE

La minestra con piselli, fave e carciofi è un cocktail di energia! Grazie alla ricchezza di ferro, sali ed elettroliti, questa preparazione è utile per migliorare la memoria e farci sentire più vitali . Le fave sono legumi con pochi grassi e poche calorie !

Come preparare la minestra

DOSI PER 4 PERSONE

120 G DI PISELLI

120 G DI FAVE

2 CARCIOFI

1 CIPOLLA

1 SPICCHIO D’AGLIO SALE

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

Tritate la cipolla e sbucciate lo spicchio d’aglio, quindi metteteli in una padella con un fondo di olio extravergine di oliva e fateli rosolare insieme. Eliminate le foglie esterne più dure dei carciofi, tagliateli a metà e privateli della barbetta interna, se c’è. Quindi affettateli sottilmente. Quando l’aglio e la cipolla saranno appassiti, aggiungete tutte le verdure, compresi fave e piselli, e coprite con acqua bollente. Fate cuocere a fuoco lento per circa 20/30 minuti. Salate. Una volta pronta, condite la minestra con un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

Fave proprietà benefiche

Buone e salutari, le fave infatti rispetto agli altri legumi mancano quasi totalmente di lipidi. Contengono però elevate dosi di una molecola particolare chiamata Levodopa, un precursore della dopamina , che interviene sul sistema nervoso. Questa sostanza è conosciuta soprattutto dalle persone anziane che hanno problemi di tremori, perché aiuta a migliorare i sintomi. Mi ripeto, approfittiamo della primavera per farne scorta, toglierle dal baccello e conservarle in freezer per tutto l’anno, perché risultano particolarmente utili per chi deve reintegrare il ferro con l’alimentazione e per coloro che soffrono di malattie cardiovascolari, ipercolesterolemia e sindrome metabolica. Non a caso, gli esperti le consigliano anche a chi ha problemi di diabete. Come per ogni cosa, è la dose che fa la differenza: quindi l’unica accortezza è prestare attenzione a non superare i 60 grammi per persona.

Un consiglio

Non trascurate il consumo di fave in primavera perché questi legumi, dotati di una grande quantità di amidi e di proteine, risultano particolarmente utili per sostenere un corpo stanco e debilitato.