Migliori sagre italiane autunnali 2019

Migliori sagre italiane autunnali 2019


Sagre Autunno 2019

Il buon cibo è certamente uno dei punti di forza del nostro Paese: ad esempio, nel periodo autunnale, ogni regione organizza delle sagre da non perdere. Scopriamone alcune insieme!

Sagra della castagna

Trescine (Avellino), 40°edizione. Organizzata dall’Associazione Il Mastio e la Pro Loco Cervinara, si terrà nel Comune di Cervinara e più precisamente nel borgo medievale, dal 25 al 27 ottobre. Oltre alle degustazioni, ci saranno mostre di artigianato e musica popolare.

Roncegno Terme (Trento). Qui la castagna non viene considerata un semplice frutto ma si presenta come un simbolo ricco di tradizioni, legate principalmente alla fase di coltivazione. Dal 26 al 27 ottobre avrete modo di assaggiarla, abbinata a diverse specialità gastronomiche e al vin brulè. Insomma, un evento a cui partecipare assolutamente!

Melfi (Potenza). Il 20 ottobre ci sarà la Sagra della Varola, la tipica castagna lucana, presentata sia singolarmente che come ingrediente di alcune ricette locali: gelato di marroni, birra di castagne, castagnaccio, pasta con farina di castagne, pizza al marroncino, carne con crema di marroni e tanto altro ancora.

Sagra del fungo

Noci (Bari), 20°edizione. Non sarà un semplice evento a tema cibo ma una vera e propria manifestazione culturale, con lo scopo di valorizzare il borgo dal punto di vista turistico. E non è tutto: con lo slogan “Quando il fungo fa bene” si tratterà anche il tema benessere, grazie alla partecipazione di nutrizionisti e medici specializzati. (Dal 4 al 6 ottobre)

Camigliatello Silano (Spezzano della Sila, CS), 50°edizione. Nel cuore del Parco Nazionale della Sila, dall’11 al 13 ottobre, ci sarà la sagra del fungo, considerato qui uno degli alimenti più prelibati. Nel corso dei due giorni, potrete assaggiare non soltanto piatti a tema ma anche altre squisitezze tipiche della Calabria. A rendere l’atmosfera ancor più suggestiva ci pensano la musica, gli spettacoli folkloristici e il foliage.

Cesarò (Messina). Qui nei weekend di ottobre ci svolgerà la presentazione del fungo porcino che nasce nel Parco dei Nebrodi, non molto lontano dalla zona vulcanica dell’Etna. L’evento prevede anche la degustazione del suino nero, una razza allevata proprio nei dintorni.

Sagra dell’uva

Marino (Roma), 95°edizione. La vendemmia e il vino sono i protagonisti indiscussi di questo paese. La tradizione, prevede che ogni prima domenica di ottobre venga organizzato un corteo storico con riferimento alla vittoria della Battaglia di Lepanto (1571). Ma il momento più atteso è il miracolo della Fontana dei Quattro Mori, simbolo della città: da qui vedrete sgorgare vino a volontà. Incredibile ma vero!

Sagra del Tartufo

Lumignano (Vicenza). Qui numerosi stand gastronomici presenteranno il tartufo come abbinamento ai primi piatti (risotto e tagliolini) ma anche come condimento a salumi e formaggi (tosella in primis).
Inoltre, si potrà partecipare alla pesca di beneficenza e ad attività creative, perfette anche per i più piccoli. (Dal 10 al 14 ottobre)

Alba (Cuneo). Dal 5 ottobre al 24 novembre, avrà luogo l’89esima edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco. Pur non trattandosi di una sagra popolare, viene comunque inserita tra gli eventi culinari autunnali più noti (ed allo stesso tempo antichi) d’Italia.

Sagra della zucca

San Carlo (Sant’Agostino, FE). In questa fiera emiliana che si terrà dal 31 ottobre al 3 novembre, si lascia spazio ai sapori autunnali, in particolar modo al cappellaccio ferrarese, ossia un tipo di pasta tipico della città di Ferrara. Avrete inoltre l’occasione di degustare la zucca singolarmente, come impasto per gli gnocchi, sotto forma di vellutata o condimento per altre specialità.

Queste sono soltanto alcune delle numerose sagre che si svolgeranno nella stagione autunnale 2019. Citarle tutte è impossibile, proprio perché l’Italia possiede un patrimonio gastronomico immenso e senza eguali!