Metabolismo lento: la dieta per accellerarlo e dimagrire

Metabolismo lento: la dieta per accellerarlo e dimagrire

Cosa vuol dire avere un metabolismo lento?
Significa che il nostro metabolismo basale consuma poco ed è pigro. La lentezza del metabolismo può dipendere da diversi fattori: da malattie come la tiroidite a una cattiva alimentazione. In questo articolo ci soffermeremo su cosa mangiare per riattivare il metabolismo.

Quello sicuramente non fa bene al tuo metabolismo è l’effetto yo-yo, cioè l’oscillare continuamente del peso, quei 10 kg che metti e togli in breve (?)tempo.
Inoltre, con il tempo e con la sedentarietà, il fabbisogno energetico si abbassa e il corpo si adatta a ciò che mangi, soprattutto se sei una persona abitudinaria.
——-
Che possiamo fare per velocizzarlo?

  1. cambia le tue abitudini: prova nuovi cibo, cambia la tua routine a tavola, cambia i tuoi orari. Questo comincerà a dare una scossa al tuo corpo.
  2. Non fare un’alimentazione ipocalorica. Se fino ad oggi hai mangiato meno di 1200 calorie al giorno, aumentale gradualmente.
  3. Riduci gli zuccheri raffinati. Prediligi fonti proteiche è una giusta quota di grassi.

L’attività fisica aumenta il metabolismo basale

Una banalità che però va ripetuta: fare attività fisica fa dimagrire perchè velocizza il metabolismo. Vi consigliamo di muoversi tutti i giorni per almeno 20 minuti al giorno, che sia una passeggiata o una corsetta. Vedrete che oltre a dimagrire , vi sentirete anche meglio nell’umore!

Dieta : è dfficile seguirla a lungo?

Troppo spesso sento frasi del tipo “stare a dieta annienta la vita sociale!” – “che esco a fare se non posso mangiare quello che voglio” e altre dal contenuto simile che associano la dieta all’esclusione, a qualcosa di negativo. 
Beh, il punto è che è tutto vero-
Vista così nessuno potrebbe resistere a lungo e la cosa più comune è vedere allo sgarro pensando “tanto ormai..”, solo che poi da un piccolo sgarro si passa tanti peccati che ci si concede giorno dopo giorno. 
E’ l’atteggiamento che deve cambiare: per fortuna oggi non è come qualche anno fa e si può mangiare in maniera sana, controllata e non necessariamente sacrificata anche fuori casa