Mele cotogne: proprietà ed utilizzo

Mele cotogne: proprietà ed utilizzo

Le mele cotogne sono il frutto di un antico albero della famiglia delle rosacee.

Originari del Medio Oriente, ma oramai diffuse in tutta Italia, questi frutti sono molto simili alle mele, sebbene siano un po’ più grandi ed abbiano una polpa più dura e compatta.

E’ preferibile non consumare le mele cotogne troppo mature, altrimenti diventano asciutte e fibrose, quindi poco idonee all’utilizzo in cucina. Il modo migliore per conservarle è a temperatura ambiente.

Sono frutti a basso contenuto calorico: solo 26 calorie per ogni etto di prodotto.

Sono utili per regolarizzare l’attività dell’intestino, grazie al loro contenuto di fibre a alle proprietà astringenti. Inoltre il loro consumo apporta al nostro organismo vitamine PP e C, oltre a fosforo, ferro, calcio e potassio.

La loro buccia è di colore giallo ed il sapore aspro; per questo le mele cotogne non si consumano crude, ma soltanto cotte o trasformate in distillati e liquori, mostarde, salse, confetture ed altre preparazioni dolci come la cotognata, che non è altro che  polpa  di mele cotogne cotta con lo zucchero e poi lasciata essiccare, tagliata a quadratini e ricoperta di altro zucchero.

Essa ricorda tempi passati, quando questi quadratini dolci erano le caramelle dei bambini.

L’autunno è il periodo migliore per riscoprire questo antico frutto, quasi dimenticato, e per beneficiare delle sue proprietà imparando ad utilizzarlo nel modo migliore.

CONFETTURA DI MELE COTOGNE