Mangiare male impatta sull’umore

Mangiare male impatta sull’umore

Un’alimentazione squilibrata impatta sul nostro umore. Questo è quanto sostenuto dai medici in materia alimentare.

E’ scientificamente dimostrato , dunque, che seguendo ALIMENTAZIONI SCORRETTE come quelle moderne consigliate e pubblicizzate oggi si ha uno sbilanciamento in circolo dei livelli degli ormoni-neurotrasmettitori (fra cui indolamine e catecolamine), ciò porta alterazioni dell’umore (malessere, depressione, ansia, stress, bipolarità, ecc…).
Al contrario un’ALIMENTAZIONE CORRETTA permette di avere precursori e intestino-microbiota sano .

Alimentazione sana cosa mangiare

Se indubbiamente mangiare principalmente vegetali, legumi, semi, frutta fresca, secca e oleosa, cereali, erbe aromatiche e spezie è un’ottima cosa e consumare meno cibo animale è cosa buona, tra i cibi animali e in particolare tra varie tipologie di carne, quali vanno più d’accordo con la salute e la riduzione della mortalità? Rivedendo l’insieme di vari dati, una buona scelta, potrebbe ricadere anche sulla carne di pollo. Ma, se si è sempre detto che il petto di pollo è più magro della coscia di pollo, e quindi si è preferito consigliare quella meno grassa, esaminando attentamente i dati la coscia di pollo è da preferire al petto di pollo.

Meglio comunque polli allevati a terra, ruspanti, nutriti con mangimi biologici. Le cosce scure di pollo contengono vitamina K2, che ha proprietà di tipo antiangiogeniche. All’Hiroshima University hanno scoperto che la K2 è un potente soppressore dell’angiogenesi e dello sviluppo del tumore del colon. All’Università dell’Illinois hanno scoperto che la K2 inbisce lo sviluppo del cancro alla prostata. Inoltre la K2 protegge dalle cardiopatie e chi mangia cibi contenenti la K2 ha meno placche ateromatose e questo è coerente con le sue proprietà antiangiogeniche.

Consigli alimentari

A volte si presentano dei sintomi apparentemente senza alcuna connessione tra loro e difficili da collegare a una causa specifica. Soprattutto quando si tratta di abitudini di vita che, anche se scorrette, sono molto diffuse, come un’idratazione non adeguata. Bere acqua è un’azione che compiamo tutti i giorni ed è proprio l’abitudine a renderla un gesto meccanico a cui prestiamo poca attenzione.

 L’ananas aiuta a ridurre il gonfiore addominale e il senso di pesantezza dopo pasti basati su pietanze ad alto contenuto proteico, come carni, salumi e formaggi.

L’ananas comunque è costituita principalmente di acqua e fibre e contiene poche calorie. È quindi un ottimo alleato della cellulite per le sue capacità diuretiche e drenanti.