Mangiare cibi integrali ci fa stare in salute

Mangiare cibi integrali ci fa stare in salute

Tutti ci dicono di mangiare cibo di qualità ma quando andiamo a fare la spesa pensiamo veramente a comprare prodotti di buona qualità o ci limitiamo a comprare in base alle pubblicità o grandi marche o ancora cercando di risparmiare qualche euro?

Quello di qualità è, infatti, un concetto molto ampio perché si riferisce a più ambiti del settore agro-alimentare.
Ci sono più “tipi” di qualità.
C’è quella igienico-sanitaria, riferita ad alimenti non contaminati da organismi esterni o da prodotti chimici.

Vi è poi la qualità chimico-nutrizionale ossia quella relativa alla composizione dell’alimento e all’origine e al tipo di tutti i suoi ingredienti.
In questo caso bisogna saper leggere i valori nutrizionali riportati sull’etichetta per rendersi conto dei principi nutritivi in esso contenuti e di tutte le sostanze eventualmente aggiunte.

La qualità legale, invece, è quella che tutela la salute del cittadino con un insieme di leggi, mentre la qualità organolettica è quella individuale, data dalla valutazione del consumatore di alcune caratteristiche dell’alimento come l’aspetto, l’aroma, la consistenza, cioè tutti quegli attributi percepiti attraverso gli organi di senso.

L’INTEGRALE È SALUTE

I prodotti integrali sono spesso associati al termine “dietetico” ma perché mangiare integrale è importante per stare in forma?

Quello che permettono i prodotti integrali, rispetto a quelli fatti di farina bianca, è di controllare i picchi glicemici.

Con zuccheri semplici e prodotti raffinati gli zuccheri passano velocemente nel sangue portando ad una situazione di iperglicemia, condizione poi riportata alla normalità dall’insulina che ripristina i valori normali di glicemia.
Così facendo, tuttavia, l’insulina abbassa di molto la glicemia causando ipoglicemia reattiva: in queste condizioni aumenta l’appetito e la ricerca continua di altri zuccheri oltre a presentarsi episodi di stanchezza e sbalzi d’umore.

Il continuo creare picchi glicemici alti con successiva ipoglicemia reattiva porta allo sviluppo di diabete di tipo 2.
L’eccesso di zuccheri inoltre viene “sistemato” dall’insulina sotto forma di scorte di grasso che quindi stimola l’aumento di massa grassa nel corpo.
Con l’utilizzo di farine integrali e prodotti da queste derivate si evitano tutti questi episodi, si migliora lo stato di salute e si limita l’ingrassamento: ecco perché l’integrale è salute.