Lievito Madre ricetta

Lievito Madre ricetta

Come si fa il lievito madre?

Provare a rinfrescarlo:Prendere 100 g di questo impasto. Aggiungere 100 g di farina e 45 g d’acqua, riprendere l’impasto di nuovo . Rifare di nuovo la lievitazione nella ciotola di ceramica, coprendo e mettendo a lievitare per altre 48 ore senza toccare e sempre al caldo. Questa operazione serve a equilibrare l’impasto.
Se non è successo nulla (se cioè l’impasto non è cresciuto) si deve purtroppo buttare via tutto.
Se, al contrario, la pasta è cresciuta e ha sollevato la copertura, possiamo dire che abbiamo finalmente il lievito naturale. Avrà un gusto un po’ particolare e una consistenza molto floscia, quindi si deve migliorare: fare un rinfresco al giorno per una settimana. Per il rinfresco si prende un poco di pasta, la stessa quantità di farina e il 45% d’acqua, e si impasta , si ricopre e si procede come scritto sopra. Dopo tanta fatica si avrà finalmente il lievito madre naturale.
Questo lievito può durare per molto tempo se viene rinfrescato una volta alla settimana e tenerlo in frigo coperto con la pellicola trasparente.
lievito madre Ingredienti :200 g di farina -80-90 g d’acqua -1 cucchiaio d’olio -1 cucchiaio di miele (tutte e due il più possibile naturali)

Procedimento:Preparare un impasto che deve risultare ben sodo . Riporlo in una ciotola di ceramica coperto, lasciarlo riposare per 2 giorni, sopratutto nelle prime ore. Metterlo in luogo caldo o vicino a fonti di calore (non su un calorifero). Lasciarlo riposare per due giorni.
Dopo questo tempo la pasta deve dare segni di vita, cioè lievitarsi. Se è così va benissimo, altrimenti bisogna riprenderlo. Procedimento Provare a rinfrescarlo:Prendere 100 g di questo impasto.
Aggiungere 100 g di farina e 45 g d’acqua, riprendere l’impasto di nuovo . Rifare di nuovo la lievitazione nella ciotola di ceramica, coprendo e mettendo a lievitare per altre 48 ore senza toccare e sempre al caldo. Questa operazione serve a equilibrare l’impasto.
Se non è successo nulla (se cioè l’impasto non è cresciuto) si deve purtroppo buttare via tutto.
Se, al contrario, la pasta è cresciuta e ha sollevato la copertura, possiamo dire che abbiamo finalmente il lievito naturale. Avrà un gusto un po’ particolare e una consistenza molto floscia, quindi si deve migliorare: fare un rinfresco al giorno per una settimana.
Per il rinfresco si prende un poco di pasta, la stessa quantità di farina e il 45% d’acqua, e si impasta , siricopre e si procede come scritto sopra. Dopo tanta fatica si avrà finalmente il lievito madre naturale. Questo lievito può durare per molto tempo se viene rinfrescato una volta alla settimana e tenerlo in frigo coperto con la pellicola trasparente.
Ingredienti :200 g di farina -80-90 g d’acqua -1 cucchiaio d’olio -1 cucchiaio di miele (tutte e due il più possibile naturali)
Procedimento:Preparare un impasto che deve risultare ben sodo . Riporlo in una ciotola di ceramica coperto, lasciarlo riposare per 2 giorni, sopratutto nelle prime ore.
Metterlo in luogo caldo o vicino a fonti di calore (non su un calorifero). Lasciarlo riposare per due giorni. Dopo questo tempo la pasta deve dare segni di vita, cioè lievitarsi. Se è così va benissimo, altrimenti bisogna riprenderlo.