Latte di soia

Latte di soia

Come fare il latte di soia

Mettere a bagno la soia la sera prima lasciandola almeno 8/12 ore.
Scaduto il tempo scolarla e lavarla bene, metterla nel frullatore con parte del litro di acqua e frullarla.
L’ acqua restante metterla in una capiente pentola e farla bollire aggiungendo la soia frullata.
Da quando riprende il bollore fare cuocere per 25 minuti (Attenzione perché farà tanta schiuma!! )
Lasciare intiepidire e filtrare utilizzando un panno ben pulito appoggiato nello scolapasta all’interno di un recipiente .
MOLTO IMPORTANTE :il panno non dev’essere trattato con detersivo e ammorbidente…

Fatelo bollire in una pentola con un po di bicarbonato, e successivamente senza bicarbonato, questa procedura eliminerà tracce di detersivi) strizzando bene il residuo di soia rimasto nel panno.
Il latte può essere utilizzato a colazione quindi dolcificato con zucchero di canna e a piacere del cacao oppure a chi piace lasciato al naturale anche per preparazioni salate.
Il latte si conserverà in bottiglia di vetro 3/4 giorni in frigorifero.
La purea di soia ottenuta ( circa 180 gr) puo essere utilizzata anche per fare delle ottime polpette.
Se pensate di non utilizzarla subito potete congelarla.

Ingredienti latte di soia

100 gr soia gialla
1 litro di acqua

Storia  e propietà Latte di soia

Questo è un Alimento tipico dei Paesi orientali, ma ormai è usatissimo anche in Italia, soprattutto tra le persone intolleranti al lattosio e tra i sostenitori delle diete strettamente vegetariane.

Non c’è la presenza dello zucchero tipico dei latti animali ed è quindi molto digeribile.

In questo tipo do bevanda è assente il colesterolo presente , sebbene in modeste quantità, nel latte vaccino (11 mg su 100 grammi per quello intero, 7 per quello parzialmente scremato e 2 per quello scremato).
E’ ricco di grassi insaturi ottimi per la nostra salute.