Involtini di “Maccarruni”

Involtini di “Maccarruni”

A volte dai ricordi, unendoli ad esigenze reali nascono altri piatti altrettanto gustosi come nei ricordo. In Sicilia i miei parenti ci preparano sempre a Ferragosto gli “involtini di maccheroni con melanzane”…perché noi siciliani siamo così…naif…gli spaghetti li chiamiamo maccheroni …almeno questi grossi.

Questo piatto può essere fatto in tre fasi distinte e separate…e quindi un ottimo primo per Pasqua.

 

Procedimento (suddiviso in tappe)

Prima fase:

La sera prima rosolare il soffritto con l’olio e subito dopo unire la passata di pomodoro.

Cuocere il sugo coperto e non far restringere troppo.

Seconda fase:

Il giorno dopo lessare i maccheroni in abbondante acqua salata lasciandoli al dente.

Scolarli e condirli con abbondante sugo freddo, poiché ne assorbono parecchio. Non serve scaldare il sugo. Lasciare quindi raffreddare un poco.

Tagliare a piccoli bastoncini (stile patatine fritte)  il galbanino (un bastoncino per ogni fetta di speck)

Adagiare le fette di speck sul un tagliere e su ogni fetta sistemare i maccheroni lasciando che fuoriescano dai lati. Mettere anche il bastoncino di galbanino e avvolgere la pasta formando degli involtini “a vista”.

Mettere man mano gli involtini in una teglia antiaderente e proseguire sino ad esaurimento dello speck.

Terza fase:

Scaldare il forno

Mettere nella teglia un poco di sugo e spolverare con poco formaggio grattugiato.

Infornare per qualche minuto per grigliare il formaggio e la pancetta.

Io ho usato il microonde col metodo grill per due giri da 3 minuti cadauno

 

Ingredienti x 5:

500 g. di maccheroni siciliani

750 g. di passata di pomodoro

formaggio grattugiato q.b.

200 g. di speck o di bacon a fette

soffritto misto

fette di galbanino

sale

olio e.v.o.

 

NOTA: calcolare 3 involtini a persona…normale. Di più se avete ospiti buongustai.