Intolleranza alimentare può causare artrite reumatoide

Intolleranza alimentare può causare artrite reumatoide

Molto recentemente una serie di articoli ha riconfermato che una intolleranza alimentare possa causare o mantenere fenomeni infiammatori dolorosi come quelli tipici della artrite reumatoide.
Significa che mangiando cibi verso cui esiste una intolleranza, si può causare una reazione infiammatoria durevole in alcuni settori dell’organismo.

Abbiamo volutamente fatto un esempio che coinvolge articolazioni e muscoli perché di fatto si tratta delle strutture tra le più utilizzate dall’atleta, e spesso sofferenti per cattivo funzionamento.
Al congresso mondiale di allergologia di Vancouver (2003) insieme alla collega Giovanna Perrone e al professor Benvenuto Cestaro abbiamo presentato un lavoro che evidenziava la riduzione di infiammazione, la riduzione di stress ossidativo, e il miglioramento della sensibilità insulinica in pazienti che avevano effettuato una dieta di controllo delle intolleranze alimentari personalizzata secondo gli esiti del test DRIA.
Ridurre l’infiammazione significa evitare il trattenimento di liquidi a livello muscolare, e significa avere
a disposizione citochine “buone”, riducendo quindi la presenza delle citochine “cattive” (alcune prostaglandine ad esempio), che interferiscono con la utilizzazione dell’energia e alterano profondamente il bilancio ossidativo dell’organismo.

Avere a disposizione citochine “buone” significa fare molta meno fatica per ottenere un qualsiasi obiettivo connesso con lo sforzo fisico.

intolleranza