Gelato calorie e ricette anche per diabetici

Gelato calorie e ricette anche per diabetici

Gelato artigianale

Gli italiani sono un popolo di incalliti consumatori di gelato. Si è stimato infatti che ognuno di noi consuma ogni anno, in media 12 chili di gelato, e questo dato è in costante crescita. Il 66% degli italiani, poi preferisce quello artigianale che senza dubbio ha un sapore nettamente superiore a tutti gli altri tipi di gelato. Ma cosa si intende realmente con la definizione di gelato artigianale?

Semplice esso è un prodotto creato grazie all’utilizzo di materie prime fresche e genuine e ingredienti di alta qualità. Tutto ciò viene miscelato insieme nel laboratorio di produzione del gelatiere artigiano, secondo la propria creatività personale. La miscela ottenuta, deve essere poi portata allo stato cremoso attraverso il congelamento rapido. affinché il gelato venga definito artigianale, esso deve essere preparato in giornata, e come  gli ingredienti utilizzati per realizzarlo devono essere freschi, in special modo la frutta.

Al giorno d’oggi però non tutti i gelati spacciati per artigianali vengono preparati in questo modo, ed è difficile ormai saper distinguere i veri artigiani da duelli finti. La maggior parte dei gelatieri ormai non prepara tutto in laboratorio, ma utilizza una base che viene prodotta dalle industrie e che contiene addensanti ed emulsionati. C’è anche chi sceglie di preparare il gelato utilizzando prodotti locali di qualità come il pistacchio, la pasta di mandorle o la frutta; e chi invece lo prepara con prodotti standard come purea di frutta e semilavorati.

Molti finti artigiani decidono di utilizzare i semilavorati in quanto semplificano molto il lavoro accorciando anche i tempi di lavorazione del prodotto. Il gusto del gelato però non sarà neanche lontanamente paragonabile a quello del reale gelato artigianale. Come facciamo quindi a capire se un gelato che ci accingiamo a comprare o a mangiare è realmente artigianale o meno?

Per fare ciò ci sono diversi aspetti del gelato che devono essere esaminati attentamente. Il primo è quello visivo. Se ad esempio entrate in una gelateria e vedete montagne di gelato uscire dalle vaschette, allora sicuramente c’è qualcosa che non quadra. Se ci pensate bene, infatti in questo caso il gelato si trova molto al di sopra della linea del freddo che comunemente ha il sistema di refrigerazione delle vetrine. Eppure non si squaglia come invece accadrebbe se fosse un prodotto fatto a regola d’arte.

Questo potrebbe essere un segnale che nel gelato è stata inserita una dose di grassi idrogenati che resiste alle temperature più elevate. Quindi le montagne di gelato non vanno affatto bene.

Il secondo aspetto a cui dovrete prestare attenzione, è il colore che deve essere naturale. A volte si vedono gelati alla frutta che hanno davvero un colore troppo sgargiante e vistoso, e ciò non dovrebbe avvenire perché durante la lavorazione la frutta un po’ si ossida e la vivacità del colore stesso tende ad attenuarsi con le basse temperature. Quindi diffidate quando vedete dei gelati super colorati, perché quasi certamente sono stati rafforzati con dei coloranti.

Anche la temperatura del gelato vi aiuterà a capire se è un prodotto artigianale. Infatti contrariamente alla credenza comune, il gelato non deve essere troppo freddo; cioè non deve lasciare in bocca la sensazione di un gelo troppo fastidioso. Se mangiandolo avrete questa sensazione, potrebbe essere segno che l’arie è stata incorporata male a causa di uno sbagliato bilanciamento della ricetta. Il gelato ovviamente non deve nemmeno essere troppo caldo perché in quel caso potrebbe contenere una dose eccessiva di grassi e/o stabilizzanti.

Gelato per cani

Il gelato è un alimento talmente buono che piace anche ai nostri amici a quattro zampe. Attenzione però perché il gelato che consumiamo noi per i cani potrebbe risultare nocivo in quanto ricco di troppi zuccheri. È bene dunque preparare in casa un gelato apposito per cani, utilizzando ingredienti il più possibile naturali e che non siano dannosi per il loro organismo.

Preparare un gelato per cani non è difficile, basta  che valutiate diversi fattori per non nuocere alla sua salute. Per prima cosa se avete un cane particolarmente sensibile ai latticini o al lattosio, per fare il gelato è meglio che scegliate lo yogurt miscelato a dell’acqua.

Cosa molto importante, ricordate di non dare mai del cioccolato al vostro cane, perché risulta essere particolarmente tossico per il suo organismo.  Evitate anche lo zucchero raffinato quindi non aggiungetelo al gelato, potete sostituirlo con dello yogurt naturale senza zucchero.

Sul mercato comunque esistono anche dei gelati già confezionati per cani. Alcune aziende, infatti, hanno lanciato questo particolare alimento che risulta essere privo di ingredienti nocivi. Se invece volete realizzare un gelato fatto in casa ecco alcune ricette che potete provare a realizzare.

La prima di cui vi parliamo è il gelato per cani alla fragola. Per realizzare questa ricetta vi occorreranno: una vaschetta di fragole fresche e 3 0 4 vasetti di yogurt bianco magro.  Schiacciate le fragole con uno schiacciapatate, oppure potete anche frullarle. Mescolatele insieme allo yogurt e congelate il composto per tutta la notte in un contenitore per alimenti, oppure nelle apposite vaschette per ghiaccioli e gelati. Prima di servirlo al cane, lasciatelo riposare per qualche minuto a temperatura ambiente.

Per fare invece il gelato alla banana vi serviranno:  Una banana matura; 2 vasetti di yogurt al naturale; 2 cucchiai di miele, anche se facoltativi. Schiacciate bene la banana e unitela poi allo yogurt naturale. Se lo vorrete potrete anche aggiungere del miele. Amalgamate meglio il tutto con il frullatore, e poi versate il composto ottenuto in un contenitore adatto. Mettetelo in freezer per qualche ora, e ogni tanto andatelo a mescolare fon quando non avrete ottenuto la consistenza desiderata.  Lasciate riposare il gelato a temperatura ambiente per alcuni minuti prima di darlo al cane, in modo che non risulti troppo freddo e troppo solido.

Gelato per diabetici

Il gelato per diabetici è un tipo di gelato che può essere assunto per l’appunto anche da chi soffre di diabete senza nessun rischio. Questa è una ricetta molto semplice che potrete anche fare a casa senza difficoltà, ed è adatta soprattutto a chi soffre di diabete di tipo 2. Essa  prevede l’utilizzo del Duceril liquido; vediamo allora come procedere.

Gli ingredienti che vi serviranno per realizzare questo tipo di gelato sono:

  • Latte Parzialmente Scremato: 200 Ml
  • Panna Vegetale: 250 Gr
  • Fragole: 350 Gr
  • Dulceril Liquido: 100 Gocce

Cominciate col lavare le fragole e poi frullatele nel mixer fino a ridurle in una purea cremosa. Fatto ciò andate a montare la panna con le fruste elettriche ben fredde. Poi mescolate la purea di fragole con la panna e il latte e aggiungete anche le gocce di Duceril liquido. Mescolate il tutto molto bene e poi versatelo nella gelatiera per 30-40 minuti. Potete creare anche altri gusti differenti, basta soltanto cambiare la frutta.

Gelato per celiaci

Essendo la celiachia un’intolleranza permanente al glutine, chi ne soffre deve stare attento che il gelato che intende mangiare sia provo di questa sostanza. Fortunatamente molte aziende di gelati confezionati come la Motta o l’Algida hanno messo in commercio gelati senza glutine proprio adatta ai celiaci.  Se invece preferite un buon gelato fatto in casa niente paura perché ci sono molte ricette che potete di certo provare. Vi proponiamo ad esempio il gelato alla crema con croccante e cialda. 

Gli ingredienti per questa ricetta sono:

  • tuorli 4
  • latte intero 350 ml
  • panna fresca 200 ml
  • zucchero 220 g
  • miele di acacia 30 g
  • mandorle 200 g
  • zucchero fine 200 g
  • farina di riso finissima Nutrifree 120 g
  • yogurt (o 50 g di burro fuso freddo) 90 g
  • 1 uovo grande
  • olio extravergine di oliva q.b.

Cominciate a preparare il gelato mettendo 300 ml di latte assieme alla panna in una casseruola e portate a ebollizione. Raggiunto il bollore, togliete dal fuoco. Sbattete i tuorli con 140 g di zucchero e il miele, aggiungete il latte e amalgamate bene il tutto.

Fate cuocere a fuoco basso, mescolando continuamente, finché la crema non si addenserà e velerà il dorso di un cucchiaio. Trasferite la crema in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti, assicurandovi che essa aderisca perfettamente alla crema. Lasciate raffreddare completamente, quindi mettete in frigo. Una volta ben fredda, versate la crema in un contenitore e mettete in freezer.

Mescolate ogni 40-50 minuti e ripetete l’operazione non meno di 4-5 volte. Una volta pronto, versate il gelato in un contenitore, coprite con un foglio di carta da forno e un coperchio, e tenetelo in freezer per tutta la notte.

Per preparare il croccante procedete in questo modo. Mettete sul fuoco una casseruola dal fondo spesso con lo zucchero fine e lasciatelo sciogliere senza mescolare. Quando avrà raggiunto una colorazione leggermente dorata, unite le mandorle. Mescolate e fate cuocete, sempre mescolando, finché lo zucchero non si caramellerà (ci vorranno circa 15 minuti). Stendete il croccante su un foglio di carta da forno e lasciate raffreddare completamente, quindi tritatelo secondo i vostri gusti.

Per le cialde invece sbattete  un uovo intero con 80 g di zucchero, aggiungete lo yogurt, 50 ml di latte e per finire la farina di riso finissima. Lasciate riposare il composto e, nel frattempo, scaldate la piastra sul fuoco basso. Quando sarà calda, ungetela con un pennello unto di olio da entrambe le parti e versatevi 1 cucchiaio abbondante di composto. Fate cuocere 1 minuto per ogni lato. Staccate la cialda aiutandovi con la lama di un coltello e date immediatamente la forma voluta. Se le cialde risultassero troppo chiare, alzate leggermente la fiamma, in caso contrario abbassatela. Spennellate sempre la piastra con l’olio prima di aggiungere il composto.

Servite il gelato nelle coppette e aggiungete prima il croccante e poi la cialda

Gelato per passione

La passione del gelato è davvero dilagata in tutto il paese, e si inventano sempre gusti di gelato sempre più nuovi ed anche un po strani. Molti appassionati, infatti non si limitano a mangiare il gelato ma a creare anche nuovi gusti. Tra i gusti più strani di gelati che troviamo in Italia c’è il gusto pizza, il tartufo e il parmigiano. Ma vi assicuro che noi non siamo gli appassionati di gelato più strambi. In Giappone, infatti ha ben pensato di lanciare sul mercato il gusto di vipera, molto apprezzato per le sue qualità afrodisiache.