Funghi finferli quali ricette fare

Funghi finferli quali ricette fare

Tra i funghi più conosciuti troviamo i finferli (Cantharellus cibarius) conosciuti anche come gallinaccigallitulegalletti, giallettigaddinieddegaritule.

Cresce generalmente in estate-autunno, nei boschi di latifoglie e aghifoglie, in numerosi esemplari disposti a circoli o gruppi nel terreno muschioso.

Questi funghi dal tipico colore giallo sono particolarmente apprezzati per il sapore intenso e in cucina si presta a diverse preparazioni. La preparazione più semplice è un piatto unico o un contorno: rosolate i finferli nell’olio con aglio, peperoncino e prezzemolo. Inoltre è particolarmente apprezzato per essere conservato sott’olio, sott’aceto o per essere essiccato.

In questi casi è necessario fare attenzione a non rovinare i funghi e a non tagliarli.

I finferli essiccati, in particolare, si prestano per esser utilizzati per condire varie pietanze ma anche altri funghi e per questo sono conosciuti anche come il “prezzemolo dei funghi”.

In altre ricette, invece, i finferli sono utilizzati come ingredienti.

Tra le preparazioni classiche troviamo i primi piatti: il risotto ai funghi e in questo caso, i funghi devono essere tagliati a fette finissime, ma sono ottime anche le tagliatelle ai finferli.

Ottimi come accompagnamento per la carne: dalla bistecca alla fiorentina alle scaloppine aromatizzate al marsala e funghi per non dimenticare anche gli involtini farciti con prosciutto o speck, un formaggio dolce e finferli.

Tipicamente autunnale è la zuppa: in questo caso dovranno esser frullati con un leggero filo d’olio.

Qualche idea?

Zuppa di porcini e finferli, vellutata di zucca e finferli e zuppa di patate, porri e finferli.

In ogni preparazione i finferli conferiscono al piatto un sapore deciso e gustoso.