Fagioli bianchi e neri proprietà: come cucinarli e condirli

Fagioli bianchi e neri proprietà: come cucinarli e condirli

I fagioli sono tra i legumi più consumati su scala mondiale e in particolare quelli bianchi si possono trovare sia al naturale che all’interno di integratori alimentari.

Indubbiamente contengono molte sostanze benefiche per l’organismo e tra i fagioli più diffusi troviamo i cannellini, e i bianchi di spagna.

In particolare questi ultimi si adattano bene a molti tipi di insalate e hanno dei valori nutrizionali che consentono un buon apporto calorico senza appesantire troppo.

Le proprietà e i valori nutrizionali dei fagioli bianchi calcolati su 100 grammi ci danno circa 90 calorie.

Inoltre contengono ad esempio molte proteine vegetali, il 26% e amminoacidi e amidi.

Allo stesso modo non hanno molti grassi, appena l’1,5% e per questo motivo sono molto nutrienti senza caricarci di troppe calorie.

Nei fagioli bianchi troviamo inoltre i sali minerali come il potassio e il fosforo; sopratuttto il calcio e il ferro poi che aiutano a dare energia.

Inoltre i fagioli bianchi contengono il glocodrine che abbassa il livello della glicemia e sono utili anche a prevenire il colesterolo alto.

Troviamo anche le fibre che aiutano la digestione e contrastano la stipsi.

Anche un altro elemento utile all’organismo è il sale minerale che permette all’organismo di rimanere in salute.

I fagioli bianchi contrastano gli amidi e quindi aiutano durante le diete a basso contenuto calorico.

Aiutano anche la circolazione del sangue e fanno bene al cuore.

Successivamente troviamo i fagioli neri, che allo stesso modo hanno delle importanti proprieta benefiche.

Rispetto a quelli bianchi contengono una dose maggiore di antiossidanti che possono prevenire molte malattie.

Molto utilizzato in America e in Brasile, ad esempio hanno un valore nutritivo abbastanza alto.

Ricchi di proteine vegetali, che sono il 25% e fibre, oltre che di calcio, ferro, vitamina B, sali minerali, fosforo e magnesio.

La presenza di fibre aiuta la regolarità intestinale e prevengono la comparsa di alcune patologie come il diabete.

Fagioli neri valori nutrizionali

Per quanto riguarda le calorie, abbiamo circa 220 calorie per una porzione di fagioli, dove si registrano anche 40 grammi di carboidrati e 15 grammi di zucchero.

Le fibre sono 15 grammi mentre è presente solo un grammo di grassi; in altre parole una porzione di fagioli neri forniscono il 20% delll’apporto giornaliero di ferro e il 5% di calcio.

Vediamo come cucinare i fagioli sia neri che bianchi; ad esempio si possono utilizzare come contorno.

Questa preparazione è molto semplice perchè si possono lessare oppure cucinarli con un processo di bollitura.

I fagioli bolliti si adattano a molti piatti diversi e allo stesso modo fanno da contorno tra una portata e l’altra.

Una altro per prepararli è con olio, aceto e origano, oppure al sugo o ancora con olio sale e sedano all’interno di insalate.

Si può anche cucinare la classica pasta e fagioli, un piatto completo e nutriente, dove si può aggiungere il sugo con le verdure tagliate a piccoli pezzi come sedano, carota e cipolla.

Fagioli cosa sostituiscono

Prima di tutto possiamo dire che i fagioli sono in grado di sostituire molti altri alimenti, come ad esempio la carne.

Tuttavia è sempre consigliabile non basare la propria dieta esclusivamente sui fagioli, seppur cucinati in diversi modi.

Ma nel caso della carne possono tranquillamente essere alternati alla carne stessa, perchè contengono una tipologia di proteine più digeribile.

Il consumo dei fagioli al posto dela carne ci fornisce tutti i nutrienti a noi necesssari oltre che fornirci un piatto gustoso.

In altre parole questa possibilità è stata confermata anche da alcuni studi scientifici, che ad esempio hanno somministrato a delle persone dei pasti mirati.

I piatti a base di carne sono stati comparati a quelli dei fagioli e si sono rilevati gli stessi effetti, sia mangiando carne che fagioli, come la sensazione di essere sazi.

Apparentemente più leggeri della carne, i realtà i fagioli sono un piatto sostanzioso che può benissimo sostituire la carne.

Quando i fagioli sostituiscono la carne hanno anche meno conseguenze per l’intestino, soprattutto nel caso della carne rossa.

In altre parole si possono consumare più frequentemente rispetto alla carne con minori conseguenze negative per l’organismo.

Nel caso ad esempio delle fibre che sono contenute nei fagioli, sono proprio loro le responsabili del senso di sazietà.

Pertanto aiutano chi è a dieta a non aumentare di peso; possono essere anche abbinati ai cereali integrali.

Fagioli come evitare il gonfiore

Uno dei maggiori problemi che tante persone hanno con il consumo di fagioli è il gonfiore addominale.

La cuticola esterna del fagiolo è quella che infatti provoca il meteorismo perchè sottopone l’intestino a un lavoro maggiore.

Di conseguenza si irrita il colon che provoca il gonfiore nella zona addominale.

Pertanto per evitare il gonfiore mangiando i fagioli potete scegliere di acquistare quelli gia sbucciati, oppure passarli nel passaverdure.

Con questo metodo risolvete il problema del gonfiore addominale perchè quando mangiate i fagioli troverete un preparato più leggero.

Fagioli secchi senza ammollo pentola a pressione

La cottura dei fagioli secchi senza ammollo e in pentola a pressione rappresenta un piatto più leggero e soprattutto richiede minor tempo per la sua cottura.

In altre parole si riescono a mantenere tutte le proprietà nutrizionali che a volte si perdono con la cottura.

Ad esempio i fagioli cotti con la pentola a pressione possono essere inseriti in pentola direttamente con l’acqua e posti subito nel cesto interno alla pentola.

Dopodichè chiudete la pentola a pressione e cuocete per circa dieci minuti a fiamma medio alta.

Fagioli contro il colesterolo e diabete

Sono molto importanti per contrastare il diabete e il colesterolo, soprattutto quelli bianchi, che abbassano i livelli del colesterolo LDL.

Anche chi soffre di diabete trova nei fagioli un alleato, grazie all’azione di tutte le proprietà nutritive che vi abbiamo descritto.

In particolare le fibre che prevengono il colesterolo e il diabete; in altre parole sono in grado di tenere la glicemia entro i livelli della norma.

Vi consigliamo ad esempio di mangiarli con tutta la buccia, specialmente se volete contrastare il colesterolo.

Allo stesso modo possono essere consumati all’interno delle vostre insalate, in questo modo ad esempio non perderete il pacere di gustare un piatto sano e gustoso.