Dolci sapori dal mondo all’Artigiano in Fiera

Dolci sapori dal mondo all’Artigiano in Fiera

 

A Milano dal 5 al 13 dicembre si tiene una tra le più grandi fiere dell’artigianato. Vi raccontiamo i sapori che abbiamo scoperto in questo villaggio mondiale dell’artigianato

Giunta alla sua ventesima edizione, Artigiano in Fiera è diventato negli anni un punto di riferimento per chi ama l’artigianato a 360 gradi. Non un semplice centro commerciale nel quale andare a caccia di regali, ma un vero e proprio villaggio mondiale dove tuffarsi e respirare atmosfere diverse, incontrare artigiani piccoli e grandi, uomini appassionati ed esperti in moltissimi settori: dal food alla moda, dal beauty all’arredamento. Ce n’è veramente per tutti i gusti!

Noi non potevamo resistere e ci siamo immersi all’interno dei padiglioni della fiera di Rho per scoprire i sapori e i profumi tipici delle nazioni e delle regioni del mondo. L’Italia è ricchissima di prodotti meravigliosi di ogni latitudine: dalle conserve al pane, dalle specialità siciliane (da provare assolutamente il panettone al pistacchio!) a quelle pugliesi, passando per la pasta fresca, l’olio (EVO e aromatizzato al basilico, al rosmarino, all’arancia e al limone!), il cioccolato, il vino e la birra.

La cosa che ci ha entusiasmato è stata la possibilità non solo di gustare in fiera queste prelibatezze grazie alla disponibilità e all’entusiasmo degli artigiani, ma di trovarle in ogni momento dell’anno sul sito e-commerce Artimondo.it. In questo modo le specialità artigianali sono a disposizione tutto l’anno per ogni occasione, e non solo per venire in nostro soccorso con i regali di Natale!

Nei padiglioni dei paesi esteri ci siamo innamorati di alcuni dolcetti tipici del Portogallo, delle vere prelibatezze chiamate Pasteis de nata, ovvero paste di crema pasticcera cotta all’interno di un cestino di pasta sfoglia sulle quali viene spolverata della cannella.

Portogallo: Pasteis de nata

La ricetta che vi proponiamo ha una storia di 200 anni alle spalle che comincia in un monastero di Belém, in Portogallo. In realtà la ricetta originaria di questi dolcetti è segreta e solo una pasticceria di Belém la costudisce, ed è la “pastelleria” che prepara i soli Pasteis de Belém che possano essere chiamati con questo nome a pieno diritto. Tutte le altre versioni di questo dolcetto a base di crema pasticcera cotta si chiamano Pasteis de nata, appunto “paste di crema”.

Ispirati dal meraviglioso sapore che abbiamo gustato all’Artigiano in Fiera, vi proponiamo la nostra personale versione dei Pasteis de nata.

Ingredienti (per 12 dolcetti)

Per la sfoglia:

Burro 160 grammi

Farina 00 100 grammi

Farina manitoba 70 grammi

Sale 4 grammi

Acqua 125 millilitri

Per la crema:

9 tuorli d’uovo

zucchero 160 grammi

panna fresca 500 millilitri

Procedimento

Uniamo il sale e l’acqua con le farine setacciate, impastiamo e otteniamo un composto elastico.

Lasciamo riposare in frigo per 30 minuti coperto con una pellicola.

Prendiamo quindi la sfoglia e mettiamo al centro il burro ben freddo e procediamo per realizzare la sfoglia, ripetendo quindi per 3 volte il procedimento di piegatura dei lembi della pasta e lasciando sempre a riposo la pasta tra una piega e l’altra.

Se vogliamo saltare questo procedimento, utilizziamo una sfoglia pronta.

Prepariamo intanto la crema cuocendo i tuorli con lo zucchero a bagnomaria, aggiungiamo poi la panna liquida stando attenti a non superare gli 80° (aiutiamoci con un termometro per cucinare). Appena la crema tocca questa temperatura, possiamo spegnere il fuoco.

Disponiamo la sfoglia in uno stampo come quello per i muffin, quindi riempiamo con la crema i nostri cestini. Cuociamo un quarto d’ora a 220° in un forno ventilato. Quando i cestini saranno ben dorati, tiriamoli fuori e cospargiamoli di cannella a piacere.

Accompagnate questi dolcetti con un buon Porto oppure gustateli anche a merenda con una tazza di infuso alla cannella, una combinazione perfetta!

Photo credit: Jpatokal (creative common da Wikipedia)